OriOra Pistoia, ecco il go-to-guy Culpepper: «Adoro le sfide»

In una sala stampa gremita, è stato presentato ufficialmente ai media Randy Culpepper. Il grande colpo di mercato dell’OriOra Pistoia per questo rush finale di campionato è stato introdotto dal vice presidente della società biancorossa, Alberto Peluffo: “Siamo molto contenti di aver chiuso questa operazione, di cui va dato merito al nostro direttore sportivo. Confermo che il roster del club manterrà la formula del 5+5: come ribadito a più riprese la nostra priorità è il controllo dei conti, ma siamo sempre stati vigili sul mercato e quando si è presentata questa opportunità l’abbiamo colta al volto, senza intaccare il budget prefissato. Complessivamente eravamo soddisfatti della squadra e del gruppo che si era creato, ma ritenevamo necessario aumentare il peso offensivo e le doti tecniche del team per raggiungere l’obiettivo della salvezza. Per questo abbiamo preso Randy, al quale va il mio più grande in bocca al lupo”.

Soddisfatto anche il direttore sportivo del club di via Fermi, Marco Sambugaro: “Dopo la partita persa con Treviso in casa, la sensazione comune era quella di aver bisogno di giocatore con determinate qualità per poter migliorare ulteriormente. In tal senso, quella di Culpepper ci è sembrata l’occasione perfetta: parliamo infatti di un atleta con grandi qualità offensive, in grado di creare vantaggi per sé e per i compagni. In un finale di stagione con tante situazioni ambientali difficili, sarà molto importante avere un go-to-guy con le sue caratteristiche. Dispiace aver dovuto salutare un uomo e un professionista come Dowdell, ma razionalmente siamo tutti convinti di aver fatto una scelta con i giusti presupposti”.

Queste invece le prime parole di Randy Culpepper in biancorosso: “Sono davvero felice di essere qua, nonché molto grato alla società per avermi scelto. Questo è un gruppo fantastico: con questi ragazzi mi sono trovato bene fin da subito dentro e fuori dal campo, mi sembra di essere qui da mesi. Ho scelto di venire a Pistoia per aiutare la squadra a rimanere in serie A, mi sto allenando duramente da giorni e ho già parlato approfonditamente con il coach: so bene quello che si aspetta da me”.

Culpepper indosserà la casacca numero 3: “Un omaggio a Iverson, il mio giocatore preferito. Se sento la pressione? Assolutamente no, sono abituato ad avere certi ruoli. Portare questa squadra alla salvezza per me è una sfida. Ed io adoro le sfide”. Sulla convivenza con Petteway: “Non lo conoscevo personalmente, ma ci siamo trovati bene. Sul parquet abbiamo provato diverse cose, poi siamo usciti insieme e abbiamo parlato di qualche idea da mettere in pratica. Sono convinto che insieme faremo faville, ma in generale è tutta la squadra che dovrà fare la differenza. Sarà fondamentale dare tutto in ogni momento restare concentrati sull’obiettivo fino alla fine”.

Commenta questa notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ho letto la policy privacy e accetto il trattamento dei miei dati personali