Lettera di Roberto Maltinti

Lettera di Roberto Maltinti alla città

L’ex presidente del Pistoia Basket ha deciso di uscire dal Consiglio d’Amministrazione della società biancorossa. Il perché lo ha spiegato con questa lettera aperta

Cari amici, 

quando un anno fa ho lasciato l’incarico di Presidente, pensavo che sarebbe stato per me facile entrare nel vestito nuovo di un altro ruolo, sempre con l’intento di dare il mio contributo per il bene di questa società.

Col tempo invece, forse anche a causa delle innegabili sofferenze di questa tribolata stagione, mi sono reso conto che vivere le vicende societarie da un’altra prospettiva era sempre più difficile, fino a diventare impossibile.

Per questo, senza voler creare eccessiva eco e in assoluta amicizia con le persone con cui ho condiviso – nel bene e nel male – momenti indimenticabili, preferisco rassegnare le mie dimissioni da CdA del Pistoia Basket, pur restando a disposizione di chiunque abbia bisogno di un consiglio per il bene della città: essendo dirigente sportivo da quasi 50 anni, ho la presunzione di credere che la mia esperienza possa essere ancora importante.

Tornerò a emozionarmi da tifoso. Credendo e sperando che il Pistoia Basket possa tornare fin da subito a regalare quelle emozioni che nella scorsa stagione sono quasi sempre venute meno.

L’importante sarà remare tutti nella stessa direzione, perché ogni componente deve fare la sua parte: società, squadra, stampa e tifosi. E tra voi tifosi tornerò ad esserci anche io, che in fondo lo sono sempre stato, perché niente può spegnere la passione biancorossa.

Un grande abbraccio e sempre Forza Pistoia,

Roberto Maltinti

Commenta questa notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ho letto la policy privacy e accetto il trattamento dei miei dati personali