Skinn a Pistoia

Air Tony di nuovo al PalaCarrara: «Emozioni incredibili»

L’indimenticato Tony Skinn, attualmente assistente allenatore a Seton Hall (Ncaa), è tornato a Pistoia per una visita lampo. Occasione perfetta per rivivere le emozioni della stagione 2009-10 dell’allora Carmatic

Gradita visita in casa Pistoia Basket 2000: l’indimenticato Tony Skinn è tornato a calcare il parquet del PalaCarrara. L’ex play-guardia nigeriano, che ha indossato la maglia dell’allora Carmatic nella stagione 2009-10 in LegaDue, è attualmente assistente allenatore a Seton Hall(Ncaa) ed ha approfittato di un breve momento di pausa della tournèe italiana della sua squadra per tornare a Pistoia e salutare Fabio Bongi, con cui è rimasto in buonissimi rapporti.

“Ho un fantastico ricordo della mia esperienza in maglia biancorossa – ha raccontato – qui ho trovato i tifosi più caldi di tutta la mia esperienza europea, inoltre con compagni, staff e coach si era creata una bellissima atmosfera, come se fossimo una grande famiglia. Decisamente Pistoia è una delle città dove mi sono trovato meglio, sono felice di aver avuto l’opportunità di tornare qua con questo viaggio e presto lo farò di nuovo, insieme alla mia famiglia. Tornare come coach? Mai dire mai”, ha risposto sorridendo.

Già perché, dopo la fine della sua brillante carriera da giocatore, oltreoceano Skinn ha intrapreso quella da allenatore. Prima come assistente di Louisiana Tech, poi, dal 2018, con i pirati di Seton Hall. “Siamo un bel team, giovane e promettente. La squadra si esprime bene e quest’anno saremo un po’ più esperti rispetto alla passata stagione, per questo non vedo l’ora di verificare sul campo i nostri progressi”.

Skinn è universalmente conosciuto a Pistoia come “Air Tony“, soprannome nato dopo la clamorosa schiacciata sul lungo avversario Chiacig realizzata in occasione del match tra Carmatic Pistoia e Bialetti Scafati del 21 Febbraio 2010. “Ancora non mi capacito di come ci sia riuscito, è stato incredibile – ha ripercorso – Ricevetti palla da Fucka, fintai il passaggio e attaccai il canestro… poi è successo quello che è successo. Ricordo che il pubblico impazzì letteralmente – ha concluso Skinn – sono emozioni che porterò sempre con me”.

Commenta questa notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ho letto la policy privacy e accetto il trattamento dei miei dati personali