Trionfo OriOra Pistoia, Cantù k.o. 77-69 dopo un prova da applausi

Una grande OriOra Pistoia getta il cuore oltre ostacolo e si aggiudica lo scontro diretto contro l’Acqua San Bernardo Cantù con un secondo tempo di grinta e qualità. Nonostante gli acciacchi di Wheatle e Johnson al PalaCarrara finisce 77-69 per i biancorossi, che grazie a una prestazione collettiva di alto livello conquistando il secondo successo casalingo consecutivo salendo a quota 4 punti in classifica di Lega Basket Serie A.

LA CRONACA.

Il match si apre con la bomba di Landi, subito annullata da Wilson che firma il primo vantaggio Cantù con 5 punti filati. Pistoia tuttavia è sul pezzo e torna avanti, ancora grazie a un ispirato Landi (8 punti nel quarto): time out Pancotto sul 12-9. Dalla panchina ecco il primo canestro di Johnson, ricuce Clark con 5 punti consecutivi. Nel finale si sblocca anche Salumu: 17-14.

Johnson dall’arco replica a Burnell, un mortifero Petteway in contropiede firma il massimo vantaggio OriOra (+8), costringendo l’Acqua San Bernardo a fermare di nuovo il gioco. La pausa fa bene a Cantù che risale la china guidata con Burnell: contro break di 10-3 e questa volta è coach Carrea a chiamare il minuto. TP5, primo a raggiungere la doppia cifra, dà respiro ai biancorossi, Young da tre firma la parità e in lunetta certifica il sorpasso (33-35). Si va all’intervallo sul 35-38.

Pistoia riparte dal canestro di Brandt, Cantù dal solito Young. Salumu va dall’arco, Dowdell firma il nuovo vantaggio, Landi consolida con 5 filati, il tutto condito da una grande difesa: 47-41 OriOra. Burnell interrompe la striscia, Petteway e Wheatle e Johnson ripartono di slancio toccando il +10. L’Acqua San Bernardo prova a stare sul pezzo con Clark e Young, Salumu respinge chiudendo un quarto pressoché perfetto dei biancorossi: 61-51.

Break Cantù con i soliti Burnell e Young, Dowdell sblocca Pistoia dall’iniziale empasse. Clark dice -2 per i biancoverdi, Petteway li ricaccia indietro con una bomba. Il grande ex ex Dowdell inventa per gli altri e segna, TP5 in lunetta tocca quota 21 personali, Brandt riporta il vantaggio in doppia cifra e Salumu in contropiede fa esplodere il PalaCarrara con il massimo vantaggio (+12) che chiude anzitempo la contesa: finisce 77-69, è gran festa biancorossa in una sfida storicamente molto sentita.

ORIORA PISTOIA – ACQUA SAN BERNARDO CANTÙ 77-69
(17-14, 35-38, 61-51)

PISTOIA Della Rosa, Petteway 21, D’Ercole, Quarisa ne, Brandt 10, Salumu 10, Landi 13, Dowdell 11, Johnson 10, Wheatle 2. All. Carrea.

CANTÙ Young 18, Collins, Procida, Clark 21, La Torre, Hayes 4, Wilson 5, Burnell 19, Baparapé, Simioni, Rodriguez, Pecchia 2. All. Pancotto

ARBITRI Maurizio Biggi, Alessandro Martolini, Martino Galasso.

NOTE Parziali 17-14, 18-24, 26-13, 16-18. Fuori per 5 falli Clark e Salumu.

Commenta questa notizia

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ho letto la policy privacy e accetto il trattamento dei miei dati personali