Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

Confermato il vice allenatore Fabio Bongi

Pubblicato in Prima Squadra - Lunedì 17 Giugno 2019

Per l'undicesimo anno consecutivo, sarà Fabio Bongi il primo assistente allenatore della squadra biancorossa: "Sono davvero felice di rimanere a Pistoia"

Il Pistoia Basket 2000 è lieto di comunicare che il primo assistente allenatore della squadra biancorossa sarà Fabio Bongi. L'assistant coach della OriOra, che lavorerà fianco a fianco con Michele Carrea, ha così prolungato il suo pluriennale rapporto con la società di via Fermi.

Nato a Pistoia il 25 aprile 1972, ha iniziato la carriera proprio a Pistoia, negli anni '90, dove si mise in luce grazie ai brillanti risultati ottenuti nel settore giovanile. Alla ripartenza dalla C2 diventa assistente allenatore, poi head coach nel 2001-02 in B2 e, dopo aver conquistato la promozione, nella stagione successiva in B1. Segue il quadriennio a Cervia in qualità di responsabile del settore giovanile, la parentesi a La Spezia e nel 2008 il grande ritorno a Pistoia, in Legadue. Allora si aprì un ciclo lungo e ricco di soddisfazioni (con in mezzo la promozione in A1), ciclo che proseguirà anche nella prossima stagione. 

Queste le prime parole di Fabio Bongi dopo la riconferma: "Sono davvero felice di rimanere a Pistoia in quello che sarà il mio undicesimo anno consecutivo in biancorosso. Da parte mia c'è grande soddisfazione di far parte di questo nuovo corso tecnico: ringrazio tutti per la fiducia e spero di potermi rendere utile alla causa. Adesso tocca a noi, quindi è il momento di rimboccarsi le maniche e iniziare a lavorare". 

Queste il commento di Michele Carrea in merito al nuovo vice: "Il suo vissuto cestistico parla per lui. Bongi ha un curriculum importante e a Pistoia ha fatto grandi cose, raggiungendo risultati prestigiosi. Ci siamo incontrati e ci si siamo subito trovati d'accordo su quello che dovrà essere il presupposto fondamentale della nostra squadra, ovvero il fattore motivazionale: dovremo far crescere i nostri giocatori e spingerli oltre i loro limiti".