Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

In casa è una festa continua: la The Flexx si supera e batte anche Avellino

Pubblicato in Prima Squadra - Domenica 5 Febbraio 2017

Ottava vittoria interna dei biancorossi che rimontano nel secondo tempo e vincono 67-59 contro la corazzata Sidigas

Non finisce di stupire la versione casalinga di questa The Flexx: i biancorossi centrano l'ottava vittoria su nove davanti al proprio pubblico, al termine dell'ennesima rimonta a coronamento di una prestazione tutta cuore e attributi.

Stavolta la vittima dell'orgoglio pistoiese è la corazzata Avellino, reduce dal clamoroso successo di sei giorni fa contro Milano e lanciatissima all'inseguimento della capolista: e in effetti gli irpini hanno sfruttato benissimo sul piano emotivo l'onda lunga della vittoria ottenuta contro la formazione campione d'Italia in carica, partendo a mille (6-13 al 4°, 12-22 al 9°) e gelando i 4000 del PalaCarrara. E anche quando Pistoia è riuscita a rientrare (19-23 a metà del secondo periodo), gli uomini di coach Sacripanti hanno impressionato per solidità e forza mentale: Randolph, Green, Obasohan e Thomas hanno infatti piazzato il pesantissimo break di 0-10 che di fatto pareva aver indirizzato la gara in modo abbastanza netto.

Nel proprio momento peggiore, la The Flexx, apparsa in evidente difficoltà soprattutto offensiva, è stata brava a ritrovare subito coesione e fiducia: Moore ha dato la scossa con un paio di canestri importanti e la personalità del leader e tutta la squadra ha risposto presente. Avellino ha così ovviamente raggiunto gli spogliatoi per l'intervallo lungo avanti nel punteggio (27-35), ma con qualche certezza in meno rispetto alla prima parte di gara.

E nel quarto periodo, effettivamente, la gara è definitivamente girata: i ragazzi di coach Esposito hanno alzato a livelli incredibili l'intensità difensiva, mettendo sul parquet un'energia e una fisicità che hanno, di fatto, mandato fuori giri l'attacco di una Avellino apparsa anche poco lucida nelle letture. Il tecnico rimediato da Ragland nel momento topico del match ha rappresentato il punto di svolta: l'ingenuità dell'esperto playmaker irpino ha infatti dato il via a un parziale di 7-0 che, fra fine terzo e inizio quarto periodo, ha capovolto il punteggio e spedito, per la prima volta, la The Flexx avanti nel punteggio. Il controbreak di Avellino in apertura di ultimo periodo è servito solo a illudere i 150 tifosi campani giunti al PalaCarrara, perché Pistoia ha rimesso subito le mani sulle partita: un paio di difese forti e duelli a rimbalzo vinti, altrettanti canestri facili, e i biancorossi hanno nuovamente allungato sul 57-50 grazie a Roberts, Antonutti e Okereafor (17 di valutazione complessiva per il playmaker inglese). Nella bolgia assordante di via Fermi, gli ospiti hanno provato ancora a farsi sotto, ma la tripla di un Petteway completamente ritrovato nel secondo tempo e la schiacciata di Crosariol hanno messo la parola "fine" all'incontro, per l'ennesima scena di festa sotto la curva Pistoia.