Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

Senza Peak, la OriOra cade con onore a Cremona

Pubblicato in Prima Squadra - Domenica 10 Marzo 2019

Finisce 90-80 per la formazione di Meo Sacchetti, al termine di una partita che Pistoia ha giocato con generosità.

La OriOra non riesce a sovvertire il pronostico e cade in casa della terza forza del campionato. 

Al PalaRadi di Cremona, i ragazzi di coach Ramagli sono protagonisti di una prova generosa, al cospetto della macchina quasi perfetta guidata dal CT della Nazionale azzurra, Meo Sacchetti: senza l'infortunato Peak (problemi a un polso), con Della Rosa condizionato dai falli e con Odum ancora alla ricerca della migliore condizione, i biancorossi sono comunque rimasti in partita fino a cinque minuti dalla fine, dimostrando che, nonostante le innegabili difficoltà, le qualità per provare a conquistare la salvezza ci sono tutte.

In terra lombarda, Pistoia ha disputato, almeno sul piano offensivo, un buon primo tempo: con una maggior capacità di gestione dei possessi e un numero minore di palle perse (sedici a metà gara sono decisamente troppe), probabilmente la OriOra avrebbe anche potuto chiudere avanti la prima parte di gara, terminata, invece, 51-45 per i padroni di casa. 

Nel terzo quarto, la formazione di coach Ramagli è riuscita a far vedere le cose migliori: a un buon flusso offensivo, infatti, i biancorossi sono riusciti anche ad abbinare una difesa più attenta ed energica, arrivando a un'incollatura da Cremona (65-64 al 28') e chiudendo comunque a contatto di Diener e compagni allo scadere del trentesimo (68-66).

Lo strappo decisivo, per la squadra di coach Sacchetti, è giunto all'inizio del quarto periodo: un break di 6-0 e il quinto fallo (con tecnico annesso) di Della Rosa hanno permesso ai padroni di casa di issarsi sul +8 (74-66), gap che Pistoia ha più volte provato a ricucire senza tuttavia mai riuscire nell'intento. Tornata a -5 (81-76) al 36', infatti, la OriOra è stata subito punita dai canestri di Ruzzier e dalla tripla di Crafword, che hanno permesso ai lombardi di poter gestire senza troppi affanni gli ultimi possessi.

Per i biancorossi, adesso, arrivano due sfide cruciali (a distanza di sette giorni) di fronte al pubblico amico. Domenica al PalaCarrara sarà di scena Sassari, mentre, fra due settimane, sarà la sfida-verità con Reggio Emilia a indirizzare in maniera forse decisiva la stagione dei ragazzi di coach Ramagli...

(Foto Lega Basket - Ciamillo/Castoria)