Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

La grande serata della OriOra

Pubblicato in Prima Squadra - Sabato 15 Settembre 2018

I biancorossi si presentano al proprio pubblico con una bella vittoria contro Udine in memoria di Matteo Bertolazzi. Senza Auda e Peak finisce comunque 85-73, con 22 punti di Kerron Johnson

Oltre 1000 persone hanno partecipato alla presentazione della OriOra Pistoia stagione 2018/19. A fare da importante cornice all'evento, organizzato dall'associazione Seven For You, è stata la gara (a scopo benefico) fra i biancorossi e Udine, valida per il II Trofeo Matteo Bertolazzi - Città di Pistoia.

Per la cronaca, la formazione di coach Ramagli (evidentemente appesantita dai carichi di lavoro e priva di Auda e dell'indisposto Peak) si è imposta con il puteggio di 85-73 sulla compagine friulana, bissando così il successo della stagione scorsa (ottenuto allora contro Siena) e guadagnandosi gli applausi del pubblico presente che ha potuto osservare per la prima volta i tanti volti nuovi giocare sul parquet del PalaCarrara.

La serata è iniziata con le parole di Gianluca Della Rosa, che ha chiesto al pubblico di stare sempre vicino alla squadra, e dell'applauditissimo "ex" Riccardo Cortese ("è sempre un enorme piacere tornare qui"), poi spazio al basket giocato, con Kerron Johnson autore di un paio di giocate che hanno infiammato il PalaCarrara e con il presidente Massimo Capecchi chiamato a salutare il pubblico e a fare il suo personale in bocca al lupo alla squadra nell'intervallo. "E' un anno di grandi novità, sicuramente impegnativo -ha affermato Capecchi- ma siamo convinti di aver lavorato nella giusta direzione. In bocca al lupo ai ragazzi e allo staff, con la certezza che questo meraviglioso pubblico non farà mai mancare il suo calore". E' stato poi Roberto Maltinti a ricordare Matteo Bertolazzi ("un capitano eccezionale in un gruppo eccezionale"), guadagnandosi gli applausi convinti del PalaCarrara. Dopo il saluto dell'assessore allo Sport, Gabriele Magni, via al secondo tempo della partita: Udine fa la voce grossa nel terzo periodo (16-25 il parziale a favore degli ospiti, con la OriOra che si ferma a un modesto 4/15 dal campo). I biancorossi, grazie a Bolpin, impattano a quota 71 a inizio di quarto periodo, poi allungano con Kroubally e Kerron Johnson. Udine, che si è mostrata comunque una validissima avversaria, sporca le proprie percentuali in attacco e si pianta, anche perché Pistoia difende con grande intensità: i soli quattro punti segnati dai bianconeri ospiti sono un bottino davvero troppo magro per impensierire la OriOra, che può chiudere con un certo agio e concedersi anche qualche giocata spettacolare.

"Bello dedicare una vittoria così a un ragazzo che ha dato tanto al basket e a questa città -sono state le parole di Ramagli, chiamato a chiudere la serata- chiedo a questo grande pubblico di starci vicino, con la convinzione che insieme potremo divertirci".