Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

Esposito: "La squadra va in difficoltà sul piano caratteriale ed emotivo"

Pubblicato in Prima Squadra - Domenica 5 Novembre 2017

Il coach analizza il ko con Cantù: "Alla prima difficoltà ci intristiamo e perdiamo fiducia ed energia. Deve scattare qualcosa nella nostra testa".

Non usa gira di parole Vincenzo Esposito per commentare il quarto ko consecutivo dei suoi ragazzi: "E' il momento emotivamente più complicato da quando sono a Pistoia -spiega il tecnico- e non tanto per i risultati, ma perché questa squadra è in uno stato mentale, emozionale, complesso e delicato. In settimana c'è grande applicazione, concentrazione, dedizione, ma quando arriviamo in partita basta veramente la prima difficoltà per finire sotto un treno. Ci intristiamo, non riusciamo a reagire, ci buttiamo giù e non troviamo la forza e l'energia per rimetterci a giocare la nostra pallacanestro. Quando ce la facciamo, è successo già a Varese e di nuovo oggi, mettiamo anche in mostra una pallacanestro discreta, ma purtroppo basta un nuovo piccolo incidente di percorso per farci perdere qualsiasi tipo di sicurezza e positività".

Esposito ammette che la soluzione a questo tipo di situazione non è semplice: "Deve scattare qualcosa nella nostra testa -sono le parole del coach- perché se la molla non scatta nella testa, possiamo stare a ripeterci queste cose ma i risultati non arrivano. Sembra facile a dirsi, ma non lo è. La ricetta? Continuare a lavorare come stiamo facendo, cercando di arrivare ad avere una reazione positiva, vera, nei momenti difficili della partita. Quanto tempo possa volerci non lo so, ma non mi abbatto: vado avanti con la massima fiducia in questi ragazzi, sapendo che un giocatore come Gordon una volta inserito nei giochi ci darà una grande mano, ma che ognuno deve metterci del suo. Sono dispiaciuto, ma so anche che le stagioni sono lunghe: restiamo uniti e sereni -afferma Esposito- e confidiamo nella reazione caratteriale di questi ragazzi".