Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

Esposito: "Siamo carichi per provare a iniziare nel migliore dei modi"

Pubblicato in Prima Squadra - Sabato 3 Ottobre 2015

Il tecnico biancorosso parla dell'esordio in campionato con Brindisi: "Loro sono forti, ma dopo tutto è pallacanestro: in campo ce la giocheremo"

Prima conferenza stampa pre-campionato per coach Esposito, determinato come sempre: "Finalmente -sono le parole del coach- si comincia a fare sul serio! Non che il precampionato lo abbiamo trascurato, tutt'altro, credo che sia forse uno dei periodi più importanti della stagione, ma da adesso in poi si gioca per i punti in classifica. Nonostante qualche piccolo intoppo, che però la società ha provveduto a rimediare nella maniera migliore e più rapida possibile, e mi riferisco alla situazione di Thornton -ha proseguito Esposito- direi che arriviamo a questo debutto in discrete condizioni, carichi e pronti per iniziare nel migliore dei modi".

A livello di chimica è chiaro che ancora possa mancare qualcosa, anche perché Czyz è arrivato solo mercoledì, ma il tecnico biancorosso non cerca alibi: "Il giocatore si è inserito subito bene nel gruppo -ha dichiarato infatti Esposito- anche perché come per il resto dei ragazzi, nella scelta di Czyz abbiamo guardato soprattutto le qualità umane, della serietà e della disponibilità. Il ragazzo si è dimostrato fin da subito una persona super, che si è inserita bene anche nel contesto tecnico-tattico, anche se è chiaro che in quattro giorni di allenamento ancora non possa essere alla perfezione dentro tutti i meccanismi. Quello che però ha già potuto dimostrare -ha spiegato il coach- è evidente: si tratta di un giocatore che porta già di suo energia, difesa, agonismo e presenza in area: era questo il tipo di giocatore che noi cercavamo".

La gara di domani con Brindisi? Non ci sono dubbi: "Sarà una partita molto difficile -ammonisce Esposito- perché Brindisi è stata costruita per arrivare nelle zone alte della classifica, magari sulla carta subito alle spalle del gruppetto delle quattro favorite. Noi abbiamo ovviamente obiettivi diversi, ma io vado in campo per giocarmela e sto cercando di inculcare questa mentalità ai ragazzi: noi dobbiamo sicuramente rispettare tutti, ma altrettanto sicuramente -precisa il coach- non temere nessuno, a maggior ragione quando giochiamo in casa. Sappiamo che sarà una partita complicata, anche perché Brindisi è una squadra molto profonda, che può alternare senza problemi dieci giocatori, ma noi dobbiamo giocare il nostro basket, basato su una difesa forte e intensa, con l'obiettivo di metterli in difficoltà soprattutto sugli esterni, reparto in cui troveremo di fronte giocatori con tanti punti nelle mani".

Emozioni particolari in vista dell'esordio? "Non so, dopo tutto, come dicono i giocatori americani, non parliamo altro che di pallacanestro! Andiamo in campo e godiamoci la partita: è un po' la mia mentalità -conclude Esposito- e quello anche che sto cercando di trasferire ai giocatori, indipendentemente dalla pressione della prima stagionale".