Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

Travolgente Giorgio Tesi Group: batte largamente Capo d'Orlando e chiude il girone d'andata al quarto posto

Pubblicato in Prima Squadra - Domenica 3 Gennaio 2016

I biancorossi superano 103-75 una Betaland rimaneggiata e inconsistente. Alle Fina Eight di Coppa Italia a febbraio, i ragazzi di Esposito se la vedranno con Trento

La Giorgio Tesi Group travolge la malcapitata Capo d'Orlando e termina il girone di andata a quota 20. Si tratta di un traguardo importante e carico di significato per i biancorossi, che al giro di boa festeggiano un quarto posto storico per il basket pistoiese. I risultati di questa prima giornata del 2016, che chiudeva la prima metà della stagione, svelano anche il nome dell'avversaria che Pistoia dovrà affrontare nei quarti delle Final Eight (in programma dal 19 al 21 febbraio a Milano): si tratta di Trento, appaiata in classifica ai biancorossi a quota 20, ma in svantaggio nello scontro diretto, disputato a ottobre.

La gara contro i siciliani, orfani di Jasaitis e del lungodegente Nicevic, ha francamente avuto poca storia. Pistoia è partita forte e concentrata sin dalla palla a due, ha preso un largo vantaggio già dopo i primi cinque minuti (20-9) e non ha mai dato l'impressione di poter permettere a Capo d'Orlando di rientrare in partita. I siciliani, cui non pare aver troppo giovato il cambio di guida tecnica, si sono battuti con generosità, ma hanno dovuto anche fare i conti con i problemi di falli di Oriakhi e Bowers (senz'altro gli elementi più talentuosi): la Giorgio Tesi Group si è divertita, ha giocato un basket a tratti anche spettacolare e più in generale ha dato la sensazione di poter disporre dell'avversario a proprio piacimento, fino all'eloquente 103-75 finale. Coach Esposito ha concesso anche ampi spazi ai giovani Severini (13 minuti e 4 punti) e Mastellari, regalando a tutti i dodici del roster la propria, meritatissima dose di applausi. I 4000 del PalaCarrara (ringraziati prima della palla a due da un bello striscione esposto in campo dai giocatori biancorossi) hanno esultato per i 28 punti di Kirk, i 16 assist di Moore e la doppia doppia di Czyz, ma il più acclamato è stato proprio coach Esposito, artefice dell'ennesimo miracolo in terra pistoiese.

Adesso per tutti qualche giorno di pausa; soltanto i più giovani lavoreranno nel corso della prossima settimana, con Kirk e Blackshear attesi protagonisti dell'All Star Game in programma a Trento domenica 10. Dopo il tour de force durante le festività natalizie, sarà questo un periodo di stacco fondamentale per ricaricare le batterie, in vista del girone di ritorno che per i biancorossi prenderà il via fra quindici giorni al PalaPentassuglia di Brindisi.