Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

Capolavoro a Trento: la Giorgio Tesi Group a punteggio pieno

Pubblicato in Prima Squadra - Domenica 18 Ottobre 2015

Perentoria vittoria dei biancorossi, che si impongono 74-54 al termine di una partita sostanzialmente dominata: Trento, dopo un primo quarto equilibrato, viene travolta senza appello.

La Giorgio Tesi Group non smette di stupire e a Trento ottiene, al termine di una partita ottima, la sua terza vittoria consecutiva. I biancorossi rafforzano così la propria posizione in testa alla classifica, a braccetto con Reggio Emilia: un cammino finora netto, quello dei ragazzi di coach Esposito che dopo la bella vittoria ottenuta con Brindisi e quella decisamente più sofferta di Pesaro, hanno sbancato con grandissima autorità il PalaTrento (parquet particolarmente ostico per Pistoia, sin dai tempi della LegaDue).

E così, al termine di quaranta minuti quasi a senso unico (la Dolomiti Energia è stata avanti solo nel primo quarto), la Giorgio Tesi Group si riscopre bella e vincente, stavolta in casa di una squadra capace nelle prime due gare di campionato di bacchettare Milano e di rimontare qualcosa come ventisei punti di svantaggio (in venti minuti) a Caserta. Come già accaduto sia con Brindisi che con Pesaro, la vittoria ottenuta in quel di Trento non ha avuto un solo protagonista: dai 18 punti (e 9 rimbalzi) di Kirk ai 10 punti e 7 assist di Moore, dai 14 punti di Filloy al 3/4 da 3 di Antonutti, tanti sono stati i giocatori sugli scudi, nonostante un Knowles pesantemente condizionato dai falli, a testimonianza di un sistema che gira bene e di un piano partita che ha funzionato alla perfezione. Pistoia, che ha scavato il solco poi rivelatosi decisivo nel secondo quarto, ha vinto la sua partita non tanto offensivamente, infatti, ma soprattutto difensivamente, proprio come coach Esposito aveva chiesto alla vigilia: tenere a 54 punti, per di più in casa, una squadra che di media ne aveva segnati finora oltre 81, non può essere stato casuale. 

Le due parole d'ordine adesso in casa biancorossa sono continuità e umiltà: domenica al PalaCarrara sarà di scena Avellino, squadra finora mai battuta da Pistoia in serie A (esattamente come Brindisi, almeno fino a tre settimane fa). Ci sarà bisogno di tutto il calore del pubblico, di un'altra prestazione di grande qualità e dell'atteggiamento battagliero mostrato nelle prime giornate per continuare nel percorso netto.