Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

OriOra overtime amaro: Sassari passa al PalaCarrara dopo una sfida dura e intensa

Pubblicato in Prima Squadra - Domenica 17 Marzo 2019

Finisce 90-82 per i sardi, con Pistoia che gioca una gara solida e generosa, ma si spegne nel supplementare.

Al termine di una gara tiratissima, è Sassari a uscire vittoriosa dal match del PalaCarrara. I sardi si impongono per 90-82 dopo un supplementare e per l'OriOra continua il momento negativo.

I biancorossi, tuttavia, possono continuare a contare sui contemporanei passi falsi della concorrenza, ma è indubbio che, come dichiarato dallo stesso coach Ramagli nel pre-gara, più che guardare i risultati degli altri a questo punto servono le vittorie. Vittoria che, per la verità, stavolta è apparsa davvero alla portata dei biancorossi, i quali (dopo un primo tempo di grande sostanza e buona qualità) hanno forse avuto il torto di peccare a livello di scelte nel momento decisivo del match, specialmente durante i cinque minuti dell'overtime, in apertura del quale Pistoia (avanti 82-81) ha avuto almeno tre fondamentali possessi per provare a scavare un piccolo solco fra sé e i sardi. Gli errori dall'arco dei 6.75 di Mitchell prima e Odum poi, hanno però di fatto "girato" il match, con l'OriOra che, da quel momento (era il 42') non è più riuscita a trovare la via del canestro, lasciando via libera a una Dinamo Sassari più reattiva e cinica. La tripla dell'indominato Pierre (27 punti per lui e miglior prestazione in serie A eguagliata) ha spedito i sardi avanti e a niente sono valsi i pur generosi tentativi di una Pistoia che, anche ricorrendo ai falli, ha provato fino all'ultimo a rimettere in piedi la gara. 

Alla fine, in casa OriOra, nonostante la sconfitta in volata, sono paradossalmente pochi i rimpianti: Della Rosa e compagni hanno giocato la partita che ci si aspettava in termini di atteggiamento, difeso bene (tenendo a 78 punti una squadra ricca di talento come Sassari nei tempi regolamentari) e, a tratti, giocato anche un buon basket. E' mancata però quella lucidità che, nei momenti topici, fa tutta la differenza possibile e così, ancora una volta, a Pistoia non resta che leccarsi le ferite.

Domenica prossima (palla a due alle 20.45) i biancorossi saranno di nuovo di scena al PalaCarrara contro Reggio Emilia, in quella che si annuncia come la classica sfida senza ritorno. Per l'OriOra sarà fondamentale raccogliere in fretta i cocci e preparare al meglio una gara che, comunque vada a finire, indirizzerà in maniera piuttosto netta la stagione di entrambe le squadre...