Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

Presentati Bond e Sanadze

Pubblicato in Prima Squadra - Mercoledì 27 Settembre 2017

I due giocatori sono stati presentati questo pomeriggio alla stampa. Iozzelli: "Servirà pazienza. Non è facile arrivare in un Paese nuovo un mese dopo l'inizio della preparazione"

Si è conclusa da pochi minuti la conferenza stampa di presentazione di Jaylen Bond e Duda Sanadze, gli ultimi due arrivati in casa biancorossa.

"Avevamo in mente qualcosa di differente a inizio estate -ha spiegato il gm Giulio Iozzelli- ed è inutile negarlo. Poi le cose sono andate come tutti ben sapete con Czyz e ci siamo trovati costretti a rivalutare e rivedere le nostre scelte. In un mercato sempre più complicato, siamo riusciti a portare a Pistoia due giocatori entrambi all'esordio nel nostro paese come Jaylen e Duda e quindi credo che sia corretto da parte di tutti dar loro tempo. Non è facile arrivare quando il resto della squadra ha già svolto un mese di preparazione e non è facile nemmeno trovarsi catapultati in un campionato sconosciuto, quindi servirà pazienza. Qua a Pistoia -ha proseguito Iozzelli- siamo esperti di rookie: Bond e Sanadze non sono rookie, ma sicuramente non sono giocatori veterani. Al di là della giovane età, il loro percorso cestistico è differente, dal momento che Jaylen è alla prima esperienza in Europa, mentre Duda ha già disputato una stagione in Slovenia ed è reduce dal campionato europeo disputato con la maglia della Georgia".

I due giocatori sono apparsi già a loro agio: "Mi sento pronto -ha affermato Bond- anche perché durante l'estate mi sono tenuto in discreta forma. La chiamata di Pistoia è arrivata tardi, ma sinceramente non ho avuto dubbi nell'accettare, dal momento che con Moore ho condiviso l'High School, e con Kennedy e McGee mi sono incrociato spesso ai tempi del College". 

"Gli Europei sono stati faticosi, ma queste due settimane di stop forzato -ha sorriso Sanadze- mi hanno fatto bene! Appena firmato con Pistoia, sono stato travolto dall'affetto dei fan su tutti i miei contatti social. Ho visto che c'è un grandissimo entusiasmo e veramente non mi sarei mai aspettato questo calore: sono impaziente di cominciare, con la certezza che insieme a questi tifosi che lotteranno insieme a noi niente sarà impossibile".

Per entrambi quello con il basket italiano è un primo approccio: "Non ho paura delle differenze -ha spiegato Bond- dal momento che sia i compagni più esperti che lo staff tecnico mi stanno aiutando molto ad ambientarmi. Sono convinto che il basket europeo possa essere adatto alle mie caratteristiche, soprattutto sul piano fisico".

"Aver avuto esperienze sia in America che in Europa mi ha aiutato molto -ha poi dichiarato Sanadze- e se in America c'è più attenzione all'aspetto individuale, in Europa si curano molto di più aspetti tattici e di squadra. Avere un allenatore come coach Esposito, che ha avuto parentesi importanti anche negli Stati Uniti, sicuramente sarà un altro aspetto importante"