Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

The Flexx, in casa solo gioie: Pesaro va k.o. e ai biancorossi manca una vittoria per centrare i playoff

Pubblicato in Prima Squadra - Domenica 23 Aprile 2017

I ragazzi di coach Esposito si impongono per 87-83 su una Consultinvest mai doma. Grande prova da parte di tutto il collettivo, con Moore, Antonutti e Jenkins sugli scudi.

La The Flexx vince ancora in casa (dodicesimo successo su quattordici gare giocate al PalaCarrara) e continua spedita la propria corsa verso i playoff. Battere Pesaro non è stato facile, anche perché i marchigiani hanno confermato di attraversare un ottimo momento di forma e meritano gli applausi per la capacità di essere rimasti sempre in partita, anche quando Pistoia ha provato a dare l'accelerazione decisiva a metà dell'ultimo quarto.

L'87-83 fotografa bene l'andamento di una partita in cui la The Flexx, dopo un inizio contratto, ha saputo prendere il comando delle operazioni, mancando però sempre di un pizzico di concretezza nel momento di piazzare l'allungo definitivo. Merito, come detto, di una Pesaro volitiva e piuttosto ispirata nel tiro da 3, con Hazell, Thornton e Jones a fare la voce grossa da oltre l'arco dei 6.75. Per il resto, tuttavia, Pistoia ha dominato ben oltre il risultato finale (105-81 la valutazione complessiva...): i ragazzi di coach Esposito hanno sfornato una prestazione particolarmente efficace nel pitturato (sia offensivamente che difensivamente), vincendo nettamente anche la lotta a rimbalzo (38-28). Si è trattato di una grande prestazione di squadra da parte della The Flexx, che ancora una volta ha vinto (e convinto) grazie al gruppo: ottimi Moore (spettacolare il canestro da 15 metri proprio sulla sirena di metà gara), Antonutti e Jenkins, ma fondamentale anche il contributo di Crosariol, Okereafor e Magro. Come spesso accade, Pistoia ha trovato di volta in volta protagonisti differenti cui affidarsi offensivamente, mandando sovente in tilt la difesa dei marchigiani, che ha faticato moltissimo soprattutto sotto canestro. A differenza di altre occasioni, poi, i biancorossi (sempre a livello offensivo) sono anche stati molto continui nell'arco dei 40 minuti, distribuendo bene la mole di punti nei quattro periodi, nonostante le 15 palle perse. 

Adesso per Antonutti e compagni un giorno di meritato riposo, poi sarà tempo di rimettersi a pedalare in vista della volata finale: a 80 minuti dal termine della regular season, risultati odierni alla mano, a Pistoia sarà sufficiente vincere una gara per essere matematicamente qualificata ai playoff... Un traguardo impossibile da pronosticare fino a un mese e mezzo fa, ma oggi più che mai clamorosamente a portata di mano...