Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

Avellino fa 2-0, ma la Giorgio Tesi Group mostra segnali di risveglio

Pubblicato in Prima Squadra - Lunedì 9 Maggio 2016

I biancorossi partono benissimo, poi Avellino, guidata da un super Nunnally (32 punti con 12/16 dal campo), mette la freccia e chiude 83-70. Filloy e compagni però dimostrano di essere vivi in vista di gara-3 al PalaCarrara mercoledì.

La Giorgio Tesi Group cade ancora sul campo di Avellino, ma i ragazzi biancorossi tornano in Toscana non solo con il fardello dello 0-2, ma con la consapevolezza che, fra le mura amiche, questa Sidigas, forte, profonda, ricca di talento, potrà comunque essere messa in difficoltà.

Utopico pensare forse di poter tornare al PalaDelMauro (gli irpini hanno dimostrato ancora una volta di possedere individualità, qualità e organizzazione non comuni), ma sicuramente in gara-3 i biancorossi proveranno quantomeno ad allungare la serie e a far sudare qualche giorno in più la formazione di coach Sacripanti.

Avellino, certamente, dalla sua avrà ancora una volta un Nunnally che in gara-2 ha dimostrato quanto meritato sia stato il titolo di MVP del campionato, un Buva da doppia doppia, un Ragland a tratti impeccabile, ma il grande cuore dimostrato dai biancorossi, quello che ha comunque tenuto su la squadra nonostante un primo tempo chiuso sul -14 (47-33 dopo lo 0-9 iniziale), sicuramente farà la sua parte.

Coach Esposito dopo gara-1 aveva parlato di "corso accelerato di playoff" per i suoi giovani ragazzi e in effetti, se si eccettuano i quindici minuti a cavallo fra quinto e ventesimo (in cui comunque Avellino ha trovato un Nunnally semplicemente spaziale), i progressi da parte della Giorgio Tesi Group sono stati evidenti, soprattutto sul piano dell'atteggiamento e dello stare in campo. Nei secondi venti minuti, in verità, gli irpini (agevolati da almeno un paio di chiamate arbitrali davvero difficili da comprendere) hanno dovuto tenere sempre molto alta la soglia dell'attenzione, per impedire a Pistoia, che ha comunque chiuso la seconda parte di gara avanti 36-37, di rientrare pienamente in partita.  

Da queste premesse Esposito e il suo staff dovranno ripartire per preparare al meglio la gara di mercoledì: la prova senza appello per una Giorgio Tesi Group che vuole ancora provare a togliersi qualche soddisfazione...