Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

Matteo Mantica lascia il Pistoia Basket: "Una scelta di vita. Ringrazio tutti"

Pubblicato in Varie - Giovedì 30 Giugno 2016

Si interrompe dopo tre anni il proficuo rapporto di collaborazione fra Matteo Mantica, responsabile dell'area marketing e comunicazione, e il Pistoia Basket 2000.

A margine della conferenza stampa sulla prima stagione sportiva del consorzio Pistoia Basket City, infatti, lo stesso Mantica ha annunciato la sua decisione: "Da domani, primo luglio, si chiuderà il mio rapporto professionale con la società. E' una scelta di vita -ha affermato Mantica- che dopo tre anni lontano da Milano, mi riporta a casa. Una scelta in cui le mie esigenze familiari hanno avuto un peso decisivo, ma che è comunque per certi versi dolorosa. Ringrazio tutte le persone che ho conosciuto in questi tre anni ricchissimi di soddisfazioni: è stato un percorso impegnativo, ma bello, che mi ha portato ad apprezzare tante figure che lavorano a vario titolo in questa società. Non faccio nomi -ha proseguito Mantica- per non correre il rischio di dimenticarmi qualcuno, ma voglio spendere due parole per Renzo Cecchi, senza il cui aiuto probabilmente il mio rapporto con il Pistoia Basket non sarebbe neppure mai nato: se non ci fosse stato Renzo ad aiutarmi a capire tante cose, a tenermi per mano nei miei primi mesi qua, tante cose non sarebbero andate come poi invece, per fortuna, sono andate. Rimarrò ovviamente sempre legato a Pistoia, e non sono frasi di circostanza, e certamente seguirò sempre con passione e interessi i risultati e le vicende di questi colori".

"Siamo molto dispiaciuti -queste le parole del presidente Maltinti- ma capiamo e rispettiamo la scelta di Matteo, cui dobbiamo semplicemente essere grati. La società ha apprezzato tantissimo il suo lavoro, la sua competenza, la sua esperienza, il suo equilibrio. Abbiamo incontrato una persona seria e preparata che non finirò mai di ringraziare per questi tre anni assieme".