Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

The Flexx è un'altra prova di forza al PalaCarrara: Caserta cade 77-64

Pubblicato in Prima Squadra - Lunedì 13 Febbraio 2017

I biancorossi, privi dell'infortunato Roberts, si sbarazzano nella seconda parte di gara della Pasta Reggia e agganciano la zona playoff.

Continua l'impressionante cammino interno della The Flexx: con Caserta, nel posticipo della diciannovesima giornata, arriva infatti la nona vittoria su dieci incontri, al termine di una partita che i biancorossi hanno sostanzialmente dominato nel secondo tempo. 

Se la Pasta Reggia di coach Dell'Agnello è riuscita a tenere botta nella prima parte di gara (grazie soprattutto a un secondo quarto in cui Pistoia non è andata oltre gli 11 punti realizzati), nella seconda metà di partita il raffronto è stato impari. La The Flexx ha infatti concesso appena 24 punti in 20 minuti a Sosa e compagni, dominando soprattutto nel pitturato, al cospetto di una Caserta che non ha trovato nel tiro da oltre l'arco un rimedio alla solidità difensiva biancorossa. Il 77-64 finale certifica comunque la capacità dei campani di rimanere con orgoglio in partita, ma conferma anche che per gli ospiti andare oltre i 70 punti realizzati al PalaCarrara è impresa davvero difficile. Il +13 maturato al termine dei 40 minuti permette anche agli uomini di coach Esposito di ribaltare la differenza canestri con la partita dell'andata, ma quel che più conta è che, con questi ulteriori due punti in classifica, Pistoia aggancia a tutti gli effetti (per la prima volta quest'anno) la zona playoff.

Assenze annunciate quelle di Roberts da una parte e Bostic dall'altra: coach Esposito stupisce lanciando in quintetto Solazzi, ma ancor di più stupisce la partenza a razzo di Pistoia (19-12 al sesto minuto). Caserta trova in Sosa e Diawara i terminali offensivi per rimanere in qualche modo a contatto con i biancorossi (21-17 a 3'10'' dal termine del primo periodo), ma allo scadere del decimo minuto Pistoia è avanti 29-22.

Nel secondo quarto, tuttavia, la The Flexx sembra smarrire fluidità: le quattro palle perse da parte pistoiese nei primi sei possessi restituiscono fiducia a Caserta, che accorcia, impatta la partita e poi passa addirittura a condurre (35-38 al diciottesimo), grazie a cinque punti consecutivi del solito Sosa e alla tripla dell'ex Cinciarini. Moore riporta subito i suoi avanti, ma Putney fissa, a metà gara, il punteggio sul 40 pari.

La seconda metà di gara si apre subito con il break di 7-0 a favore di Pistoia: è il solco che Caserta non riuscirà più a colmare e che anzi si allarga fino al +9 del ventottesimo (56-47, massimo vantaggio biancorosso). Sosa e Cinciarini provano in qualche modo a frenare l'allungo pistoiese, ma la sensazione è che i campani abbiano poche soluzioni per provare a rientrare, anche a causa di un pessimo 1/6 da oltre l'arco dei 6.75.

Nel quarto periodo, tocca a Boothe vestire i panni del boia: il lungo dell'Illinois segna infatti 9 punti nei primi cinque minuti che hanno l'effetto del colpo di grazia sulle residue velleità casertane, cui non giova nemmeno il ricorso alla zona. Un paio di palle perse di troppo da parte di Petteway permettono alla Pasta Reggia di limare un po' lo svantaggio, ma la The Flexx non rischia mai nemmeno di vedere la partita riaprirsi. E così si chiude con gli ultimi tre punti di uno scatenato Moore (i 19 messi a referto sono un record da quando veste i colori di Pistoia) e con l'ennesima festa finale sotto la Curva Pistoia. E iniziare a parlare di post-season non è più un tabù...