Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

Una bella Cremona sbanca il PalaCarrara: il ritorno a Pistoia di coach Pancotto è amaro per i biancorossi

Pubblicato in Prima Squadra - Domenica 13 Marzo 2016

I lombardi si impongono 79-72, al termine di 40 minuti condotti con grande autorità. I ragazzi di Esposito lottano, ma soccombono senza particolari recriminazioni

La Giorgio Tesi Group cade al PalaCarrara al cospetto di un'ottima Vanoli Cremona che, al termine di quaranta minuti pressoché perfetti, può festeggiare con merito la quindicesima vittoria stagionale. Finisce 79-72 per i lombardi, con Pistoia sempre costretta a inseguire: i biancorossi hanno provato in un paio di occasioni anche a rientrare, ma la risposta degli ospiti è stata sempre perentoria.

Il ritorno di coach Pancotto al PalaCarrara si trasforma così in una serata che incorona definitivamente Cremona come una delle "grandi" di questo campionato, mentre Pistoia rimane nelle zone nobili della classifica, con un margine di quattro punti sul nono posto.

La gara ha visto il buon approccio da parte dei ragazzi di coach Esposito, ma la Vanoli ha fin da subito dimostrato di aver recepito alla perfezione le parole della vigilia di Cesare Pancotto ("Dovremo essere bravi a trarre energia positiva da un ambiente come quello pistoiese"): dopo cinque minuti, infatti, i biancoblu sono già avanti per 10-4, grazie soprattutto a Cusin e Turner. Nemmeno i problemi di falli del centro della Nazionale tarpano le ali a una Vanoli che deve rinunciare pure all'infortunato Vitali: i lombardi spingono forte sull'acceleratore e al termine del primo periodo sono in vantaggio 22-15, con la pesantissima tripla proprio sulla sirena di McGee.

Nel secondo quarto, la Giorgio Tesi Group prova ad alzare i ritmi, ma Cremona trova, dalle seconde linee, quei punti che la proiettano fino al +11 (18-29) al tredicesimo. Pistoia ricuce fino al -5 (24-29), ma un contro-break di 0-6 riporta a un margine rassicurante il vantaggio degli ospiti. Per i biancorossi pesano le tante palle perse (saranno otto a metà gara) così come una fase d'attacco non particolarmente fluida: la Vanoli ringrazia e all'intervallo arriva avanti di 10 (29-39).

Il terzo periodo si apre con un 4-0  per gli ospiti, che scappano sul +14: Pistoia prova a tenere e a ricucire, ma non riesce mai a dare l'impressione di poter riaprire davvero la partita, anche perché di fronte ha una squadra che trova sempre giocate importanti nei momenti in cui i biancorossi potrebbero provare concretamente a rientrare. E' un po' il leit-motiv che caratterizzerà tutta la seconda parte di gara, in cui emerge la forza del collettivo biancoblu, nonostante i problemi di falli di Cusin e una serata, in generale, non impeccabile da oltre l'arco. I ragazzi di coach Esposito, ammirevoli come sempre sul piano dell'impegno, limitano il passivo nel finale, rientrando fino al -5 (72-77 a 40 secondi dalla sirena finale), ma la Vanoli conduce in porto la vittoria senza alcun particolare affanno.