Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

OriOra a un passo dall'impresa: Avellino passa solo in volata

Pubblicato in Prima Squadra - Domenica 13 Gennaio 2019

I biancorossi disputano un'ottima prova e mettono alle corde gli irpini che si salvano nel finale grazie a un super-Filloy.

Un'orgogliosa e indomita OriOra esce sconfitta a testa altissima dal PalaDelMauro di Avellino, spaventando non poco la corazzata irpina, chiamata a sudare le proverbiali sette camicie per avere ragione dei biancorossi.

Partita equilibrata e avvincente, con Pistoia che si fa di gran lunga preferire nel primo tempo (chiuso sul 37-44), soffrendo poi la più che comprensibile reazione dei padroni di casa, capaci di giocare una seconda parte di gara da 45 punti e chiudere alla sirena sopra di 4 (82-78).

I ragazzi di coach Ramagli (che, privi di Gladness, hanno perso anche Kerron Johnson per un problema alla caviglia nel corso del match) non tornano dunque a casa con i due punti, ma le buone sensazioni, che dimostrano come la vittoria con Varese di una settimana fa non sia stata frutto del caso, restano. I biancorossi sono stati bravi a trovare protagonisti diversi nel corso del match (con tutti e 9 i giocatori entrati andati a referto), hanno disputato una prova a tratti anche molto convincente in attacco, ma hanno faticato tremendamente dalla linea della carità (appena 6/18 a cronometro fermo, un dato che è stato decisivo), perdendo anche in maniera purtroppo netta la lotta a rimbalzo (44-30). Avellino ha trovato in Sykes, Nichols e Green i protagonisti assoluti, Filloy ha fornito la consueta prestazione di carattere e qualità, segnando canestri pesantissimi nei momenti decisivi.

A Pistoia, insomma, non è stato sufficiente combattere con il coltello fra i denti per 40 minuti e arrivare a giocarsela pressoché all'ultimo possesso (tripla sbagliata da Peak sull'80-78): il PalaDelMauro resta un campo tabù e il girone di andata si chiude, per i biancorossi, all'ultimo posto in compagnia di Torino. La crescita dell'OriOra negli ultimi due mesi (trasferta di Desio a parte), è tuttavia evidente: domenica con Pesaro, i ragazzi di coach Ramagli, in un autentico spareggio, saranno chiamati a confermarlo. In palio c'è già una bella fetta di salvezza...

(Foto Ciamillo/Castoria - Lega Basket)