Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

Sacchetti: "Abbiamo messo poca intensità"

Pubblicato in Prima Squadra - Lunedì 5 Febbraio 2018

Il tecnico della Vanoli analizza il ko dei suoi: "Pistoia ha grandi meriti, ma noi potevamo far meglio a livello di aggressività e cinismo. Nel finale siamo arrivati stanchi".

Coach Sacchetti analizza con lucidità la sconfitta della sua Vanoli al PalaCarrara: "Siamo partiti molto male -spiega il tecnico dei lombardi in sala stampa- e dopo aver subito un pesantissimo break iniziale abbiamo dovuto fare un grosso sforzo per recuperare. A fine secondo quarto, una volta compiuta la rimonta, potevamo e dovevamo mettere due, tre canestri che avrebbero potuto far girare la partita, permettendoci di mettere il naso avanti, ma non ci siamo riusciti. La gara poi è andata avanti a strappi: per due volte siamo riusciti a ricucire, la terza non ne siamo stati capaci. Abbiamo, in generale, messo poca intensità e questo, per una squadra che deve salvarsi quanto prima, non va bene: Pistoia ha grandi meriti, ma noi potevamo fare meglio, almeno a livello di presenza e aggressività, ed essere più cinici. Invece abbiamo dovuto sempre inseguire e siamo arrivati alla fine stanchi. Ciò non toglie che, anche nel finale, dovevamo essere più determinati, perché Pistoia ha trovato due, tre canestri facili da sotto che non dovevamo concedere".

Sacchetti non vuole trovare scuse nella prova dei suoi: "L'assenza di Johnson-Odom? Può aver pesato, soprattutto perché i nostri piccoli stasera hanno sofferto molto la pressione dei nostri avversari, ma non ci serve trovare scuse. La realtà -afferma il tecnico ospite- è che anche senza Darius potevamo giocare una gara migliore. Il ragazzo ha una piccola lesione muscolare e, a questo punto della stagione, i dottori hanno preferito evitare di correre rischi".

Chiusura su Raphael Gaspardo, convocato proprio da Sacchetti in Nazionale: "E' un giocatore serio e se continua così sono certo che, quando sarà il momento delle scelte, sarà in grado di mettermi dei dubbi".