Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

Spettacolo The Flexx: domina Brescia e conquista i playoff

Pubblicato in Prima Squadra - Domenica 7 Maggio 2017

Sontuosa prova dei biancorossi che, di fronte a una grande cornice di pubblico, superano 86-62 i lombardi, guadagnandosi per la terza volta in quattro anni la qualificazione alla post-season

Il tredicesimo successo interno della stagione (record fra i professionisti nella storia del basket pistoiese) consente alla The Flexx di chiudere al settimo posto la regular season e conquistare i playoff.

Nel vero e proprio spareggio giocato al PalaCarrara contro Brescia, Pistoia ha fornito una perentoria prova di forza: 86-62 il punteggio finale in favore dei biancorossi, in un match che Antonutti e compagni hanno, per larghi tratti, dominato. I lombardi, scesi in Toscana senza Michele Vitali, Moss e Moore, ma con in campo il neo-acquisto Michalak, hanno provato a resistere, almeno nel primo quarto: la formazione di coach Diana, tuttavia, ha però finito per essere piuttosto rapidamente spazzata via dall'ennesima prova da applausi di una The Flexx che, settimana dopo settimana, dimostra di attraversare un periodo di forma (fisica e mentale) invidiabile.

Ci pensano un paio di fischiate arbitrali a dir poco discutibili a movimentare l'inizio di partita (con Pistoia però già avanti 7-2), ma, dopo il tecnico rimediato da coach Esposito (unico momento in cui Brescia passa a condurre), è sostanzialmente un monologo a tinte biancorosse. Due triple di Jenkins portano infatti la The Flexx avanti 19-14, poi un gioco da tre punti di Magro porta Pistoia sul 22-17, che segna anche la fine del primo periodo. 

Nel secondo quarto, i ragazzi di coach Esposito volano subito a +9 (26-17), che diventa poi addirittura +16 quando Magro, al diciassettesimo, trova il canestro del 43-27. Brescia si sveglia con Landry e Michalak, ma all'intervallo lungo Pistoia è comunque avanti 45-35.

La The Flexx rientra in campo concentrata anche dopo metà gara e non soffre nemmeno per i tre falli fischiati a Boothe in un minuto: Magro riporta anzi a +16 i biancorossi (54-38), costringendo coach Diana a chiamare subito il minuto di sospensione. Brescia prova a mettere un freno all'allungo pistoiese con Vitali e Michalak, ma quando Pistoia dà gas è praticamente inarrestabile: allo scadere del trentesimo, infatti, sul 62-45, la partita può dirsi praticamente quasi chiusa.

Il punto esclamativo lo mette Petteway con otto punti in apertura di quarto periodo (70-45 al trentaduesimo), e a quel punto Pistoia raggiunge addirittura il +30 (79-49), poi inizia ovviamente a pensare anche alla serie con Venezia e allenta la presa. Brescia salva almeno l'onore, ma l'ultimo canestro della partita è comunque biancorosso, con Boothe che fissa il punteggio sull'86-62.

Poi, ovviamente, spazio alla festa: Esposito acclamato dalla curva e i giocatori a fare il giro di campo in un immenso abbraccio che sembra non finire mai.

"Ce ne andiamo ai playoff" canta la Baraonda e, se possibile, quest'anno il traguardo raggiunto vale ancora di più. Riuscire a trasformare un'annata iniziata nel peggiore dei modi (alla quarta giornata di campionato i biancorossi erano ultimi in classifica) in un autentico trionfo è stato infatti qualcosa di veramente eccezionale e assolutamente imprevisto. Vincenzo Esposito e i suoi ragazzi hanno compiuto una di quelle imprese sportive che restano nel libro (ormai sempre più ricco di pagine) dei ricordi più belli: comunque vada la serie playoff che si aprirà sabato in casa della corazzata Umana Venezia, l'ennesimo miracolo in terra pistoiese, anche stavolta, è stato compiuto...