Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

Indagine della Procura della Repubblica sulla concessione d'uso del PalaCarrara: il presidente Maltinti interviene in conferenza stampa e preannuncia le sue dimissioni

Pubblicato in Prima Squadra - Venerdì 16 Dicembre 2016

Conferenza stampa del presidente Maltinti questa mattina di fronte a una sala stampa gremita: tema dell'incontro con i giornalisti l'apertura di un procedimento a carico dello stesso Maltinti da parte della Procura della Repubblica circa i rapporti fra Pistoia Basket 2000 e amministrazione comunale sul tema della gestione del PalaCarrara.

"A seguito dei lavori alla copertura del palasport eseguiti quest'estate dalla ditta Edilpi -ha esordito il presidente Maltinti- è nato un contenzioso con l'amministrazione comunale. Ritengo opportuno chiarire che i lavori sono stati eseguiti seguendo le modalità di cui alla determina del Dirigente del Servizio del Comune di Pistoia e in pieno accordo con l'amministrazione comunale e il sindaco stesso, che ha partecipato a vari incontri con il Pistoia Basket atti ad affrontare e risolvere le problematiche riguardanti i lavori in questione. Preciso -ha sottolineato Maltinti- che la società non ha conseguito alcun vantaggio da questi lavori, ma anzi ha sopportato l'onere di doverli seguire nel loro svolgimento, di concerto con gli uffici comunali di riferimento. Nell'imputazione a mio carico, che riguarda anche due altri soggetti, si adombra una illegittimità della concessione in uso al Pistoia Basket 2000 del palasport, è opportuno da parte mia sottolineare come la gestione dell'impianto sia particolarmente onerosa a causa delle elevate utenze, della manutenzione ordinaria e di tutte le altre spese necessarie al suo corretto utilizzo. Noto con dispiacere -sono state le parole del presidente- come la convivenza con l'ente proprietario della struttura sia diventata sempre più difficile: se veramente in questo palasport siamo abusivi, vorrà dire che dalla prossima settimana esiste il rischio concreto che qualcuno ci intimi di lasciare quella che per me e per tante migliaia di persone, dai ragazzi del nostro settore giovanile ai tanti tifosi, è la nostra casa".

Il massimo dirigente biancorosso ha poi proseguito: "Ho due rammarichi particolari: quello di vedere come a Pistoia sia difficile collaborare per rendere ancora migliore l'immagine di questa città e il fatto che l'azienda che ha eseguito i lavori a regola d'arte sia oggi nella situazione di non sapere chi dovrà onorare le spese sostenute. Da questo momento -ha concluso Maltinti- sono dimissionario: lunedì presenterò le mie dimissioni al consiglio d'amministrazione, perché queste cose mi fanno perdere tutta la passione che per me è fondamentale per affrontare il compito che sono chiamato a ricoprire".