Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

Esposito: "Di più non potevo chiedere a questi ragazzi"

Pubblicato in Prima Squadra - Sabato 20 Febbraio 2016

Le parole del tecnico biancorosso dopo la sconfitta con Trento alle Finale Eight: "E ora ci meritiamo i playoff"

E' comunque orgoglioso dei suoi ragazzi, nonostante la sconfitta. E onestamente non potrebbe essere altrimenti per coach Esposito che con la sua incerottata Giorgio Tesi Group nel primo quarto di finale delle Final Eight ha comunque reso difficile la vita a una Dolomiti Energia rinforzata dall'arrivo in settimana di Berggren.

"Di più non potevo chiedere a questi ragazzi -sono le parole in sala stampa del tecnico biancorosso- e anzi devo dire che nel primo tempo abbiamo fatto più di quanto potessi aspettarmi. Abbiamo fatto vedere buone giocate sul piano tecnico, nonostante avessimo assenze importanti e giocassimo con un giocatore che di norma ha un altro compito in posizione di playmaker, siamo stati in grado di contrastare a rimbalzo la loro forza fisica, abbiamo fermato spesso il loro contropiede e stoppato le loro folate, poi -prosegue Esposito- ovviamente, abbiamo pagato la stanchezza sia fisica che mentale delle ultime tre settimane in cui non siamo mai stati al completo e anche l'inesperienza di alcuni giocatori che a questi livelli non avevano mai giocato".

Il tecnico biancorosso non ha rammarichi: "Non me la sento di dire "peccato" perché -spiega Esposito- con un roster considerato in estate da molti addetti ai lavori da bassa classifica, siamo riusciti ad arrivare fin qui: ne siamo orgogliosi e ora proveremo a raggiungere l'obiettivo dei playoff, essendo quello della salvezza credo ormai raggiunto. La squadra, la società e il nostro pubblico meritano di continuare a vivere una stagione da sogno. Oggi chiaramente è venuta fuori la differenza di valori in campo -afferma il coach- perché Trento, che già ha un roster importante, ha fronteggiato l'infortunio di Baldi Rossi ingaggiando un giocatore come Berggren: noi stiamo pagando sicuramente anche il fatto che gente come Kirk, Knowles e Blackshear sta tirando la carretta fin da agosto, senza mai potersi permettere il lusso di poter tirare un po' il fiato".