Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

Della Rosa: "Domenica ci vorrà tanta garra"

Pubblicato in Prima Squadra - Giovedì 6 Dicembre 2018

Il playmaker biancorosso parla del momento della squadra: "La pausa ci è servita per inserire al meglio Gladness. Contro Brescia vogliamo dare continuità alle due vittorie in trasferta: il PalaCarrara deve tornare il nostro fortino".

Domenica, dopo la sosta per gli impegni della Nazionale, torna il campionato: la OriOra ripartirà dopo le due bellissime vittorie di Sassari e Reggio Emilia incrociando sul proprio cammino la Germani Brescia. La Leonessa, partita col freno a mano tirato, è tornata a ruggire nelle ultime settimane, fra campionato e coppa e, al PalaCarrara, si affronteranno due squadre sicuramente in fiducia.

A parlare del momento dei biancorossi è Gianluca Della Rosa, che ovviamente ci tiene a dedicare qualche parola a Piernicola Salerni: "Abbiamo perso tutti un signore del basket. Un grande uomo e un grande allenatore, che ho avuto la fortuna di conoscere bene ai tempi delle giovanili, che mi ha riempito di consigli utilissimi, che non mi ha mai fatto mancare una parola, nemmeno quando ero lontano da Pistoia. E' stato anche l'allenatore di mio padre: l'ho visto davvero commosso in questi giorni, segno di quanto Nicola era riuscito a trasmettere a tutti quanti. Personalmente, gli sarò per sempre grato".

Tornando al basket giocato, la pausa per la Nazionale ha un po' smorzato l'entusiasmo delle due vittorie consecutive, ma è servita per recuperare qualche acciaccato: "Sì -concorda Della Rosa- questa pausa ha un po' spezzato il filo dell'energia e dell'entusiasmo dopo i due successi di Sassari e Reggio, ma d'altro canto ci è servita per inserire al meglio nei nostri giochi Gladness. Quest'anno l'atmosfera in spogliatoio è ottima e Mickell è già uno del gruppo, ma indubbiamente c'era bisogno di inserirlo a dovere sul piano tattico: lo abbiamo fatto, ci siamo allenati nel modo giusto e siamo pronti per la partita con Brescia".

La squadra, indubbiamente, si ripresenta di fronte al pubblico amico in una situazione di classifica decisamente migliore rispetto all'ultima uscita al PalaCarrara: "Essere 0/6 era onestamente pesante -spiega Della Rosa- ma ancor più frustrante per noi era allenarsi bene e non raccogliere niente, se non schiaffi. A Sassari forse, proprio perché nessuno credeva alla vittoria, è scoccata la scintilla e questo ci ha dato quella fiducia che ci ha permesso di andare a vincere anche a Reggio. Adesso l'idea è quella di dare continuità con Brescia, anche perché in casa non abbiamo ancora vinto e, ora che abbiamo ritrovato il giusto feeling con il nostro pubblico, vogliamo regalare ai tifosi una bella soddisfazione: se la meritano e noi abbiamo tanta voglia di far tornare il PalaCarrara il nostro fortino. La classifica, specie dalla metà in giù, è molto corta -prosegue il playmaker biancorosso- e vincere le due gare casalinghe potrebbe far svoltare clamorosamente la nostra stagione".

Contro Brescia, comunque, servirà una prova di altissimo livello: "Lo sappiamo -afferma Della Rosa- perché conosciamo il loro valore. Sono però una squadra che non ama correre molto: noi dovremo fare una partita ad alto ritmo, a costo di perdere qualche pallone, lottare duramente a rimbalzo e soprattutto difendere tantissimo sugli uno contro uno. Sarà fondamentale, comunque, metterci tanta garra: in queste partite, soprattutto in casa, è la cosa che fa la differenza".