Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

Torneo "Matteo Bertolazzi", la The Flexx si impone in volata

Pubblicato in Prima Squadra - Sabato 23 Settembre 2017

I biancorossi inseguono per 40 minuti, poi trovano lo sprint vincente nel finale: Mens Sana battuta 89-88

Un grande finale di partita permette alla The Flexx di aggiudicarsi la sfida con Siena e portare a casa il primo trofeo "Matteo Bertolazzi"-Città di Pistoia. Finisce 89-88 per i biancorossi, piombati anche a -14 nel corso della gara, al cospetto di una Mens Sana che, pur priva di Elston Turner, ha fatto vedere di avere tutte le carte in regola per recitare un ruolo da protagonista nel prossimo campionato di A2.

Per coach Esposito un'altra serata che ha dato ottime indicazioni sul piano offensivo, mentre difensivamente non sono mancate le difficoltà. Molto bene McGee e Moore (determinante nella rimonta finale e autore del canestro della vittoria a 3 secondi dalla sirena). Bond, almeno in attacco, ha messo in mostra buone cose, mentre minuti importanti sono stati concessi ai giovani Barbon, Onuoha  e Bianchi. 

Oltre 1200 gli spettatori presenti, per una serata intensa, vissuta nel ricordo indelebile dell'ex-capitano biancorosso, grazie all'ottima organizzazione dell'associazione "7 For You". Da segnalare, purtroppo, il brutto incidente capitato al senese Alessandro Cappelletti, rimasto vittima, nel corso del terzo quarto, di quello che a prima vista è sembrato un serio infortunio al ginocchio destro.

"E' ovvio che siamo arrivati a questa partita con dei carichi di lavoro importanti ancora da smaltire -ha commentato a caldo coach Esposito- dal momento che questa era l'ultima settimana molto intensa del nostro programma precampionato. Dalla prossima settimana potremo aggregare finalmente anche Sanadze, in modo da poter iniziare a sistemare quelle cose che anche stasera non hanno funzionato. Ovviamente il nostro obiettivo è quello di arrivare pronti per l'inizio del campionato, ma ben vengano anche partite vere come questa: certo bisogna che chi ancora non ha le idee chiare capisca in fretta cos'è il campionato italiano e cos'è la serie A, anche perché quando andremo in campo per i due punti le difficoltà e le pressioni saranno ben maggiori di quelle finora incontrate. La cosa che dobbiamo capire -ha proseguito il tecnico biancorosso- è proprio questa: il campionato è alle porte e non aspetta nessuno, quindi è il caso che tutti siano pronti e svegli fin da subito. Ci sarà da lavorare tanto anche quest'anno, ma sono certo che questo gruppo, specie una volta al completo, pian piano crescerà, senza mai perdere di vista la nostra dimensione".