Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

La Giorgio Tesi Group non sbanca Venezia: i lagunari si impongono 74-68 e vedono i playoff

Pubblicato in Prima Squadra - Lunedì 18 Aprile 2016

I biancorossi, senza Blackshear, disputano una prova generosa ma sbagliano troppo e alla fine si arrendono alla formazione di coach De Raffaele che in classifica supera proprio Pistoia

La Giorgio Tesi Group perde in volata al Taliercio e dovrà giocarsi l'accesso ai playoff nelle ultime due partite della stagione, a cominciare dall'ultima di fronte al proprio pubblico, domenica contro Sassari.

I biancorossi, privi dell'infortunato Blackshear e con Mastellari partito in quintetto, hanno disputato una prova generosa, ma infarcita di errori e imprecisioni (4/24 da tre e 10/18 ai liberi): Venezia, che pure non è stata protagonista di una partita impeccabile, si è dunque imposta con merito. Coach De Raffaele deve ringraziare la prova superlativa del giovane Tonut, autore di 16 punti in 18 minuti, ma soprattutto capace di capovolgere l'inerzia della partita nel secondo quarto. Sull'altro lato del campo, invece, Vincenzo Esposito si lecca le ferite: a Pistoia non basta infatti la solita buona prova di Kirk, i 16 punti di un pienamente recuperato Filloy e l'aver ritrovato su discreti livelli Moore; per i playoff i biancorossi dovranno soffrire ancora e guardarsi le spalle dal veemente ritorno di Varese.

La partita con i lagunari non è stata sicuramente bella sul piano tecnico: tanti errori fin dalla palla a due, anche per la tensione dettata dall'importanza della posta in palio, e diverse imprecisioni per ambedue le squadre, con Pistoia comunque brava a chiudere avanti (14-18) il primo periodo, dopo aver toccato anche un massimo vantaggio di sei punti (3-9 al quarto). Nel secondo quarto, la svolta alla partita la imprime Stefano Tonut, che, nel momento peggiore dei suoi (+8 Pistoia sul 14-22), con un paio di giocate fondamentali, capovolge completamente l'inerzia della gara (33-30 al diciottesimo, con 7 punti proprio del giocatore originario di Cantù).

La Giorgio Tesi Group, che va al riposo sotto di cinque lunghezze (39-34), rientra in campo male dopo l'intervallo lungo, permettendo così a Venezia di scappare sul 43-34. Messi con le spalle al muro, i ragazzi di Esposito piazzano un parziale da 5-14, appaiano i lagunari a quota 48, ma vengono ricacciati con la testa sott'acqua da un paio di decisioni arbitrali (fra cui un pesantissimo antisportivo a Kirk) davvero difficili da giustificare. Nell'ultimo quarto, poi, l'orgoglio permette ai biancorossi di tornare nuovamente avanti grazie al gioco da tre punti di Antonutti (56-57 al trentaduesimo): Venezia fatica in attacco, ma Pistoia non ne approfitta e così il canestro di Bramos, il 2/2 dalla lunetta di Ejim e il tap-in vincente di Ress permettono agli oro-granata di riportarsi avanti di cinque lunghezze. Pistoia prova a rimanere attaccata alla partita, ma la tripla di Green la spedisce a -7 (67-60). Knowles e Filloy sono gli ultimi ad arrendersi ("bomba" del capitano per il 69-66 a 1'30'' dalla fine) e il risultato rimane così in bilico fino agli ultimi cinquanta secondi, quando ancora Tonut trova il canestro del 71-66 che mette virtualmente fine al match.