Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

Col cuore in gola, ma la The Flexx in casa non sbaglia un colpo: anche Cantù va ko

Pubblicato in Prima Squadra - Lunedì 19 Dicembre 2016

I biancorossi rimediano all'overtime una gara tutta in salita e si impongono 94-87

L'ennesima serata vietata ai deboli di cuori regala alla The Flexx un ottimo Natale. I biancorossi si impongono infatti (dopo un overtime) 94-87 contro Cantù, al termine di una partita che, a sei minuti dal termine dei tempi regolamentari sembrava a dir poco compromessa. Troppo difficoltosa la circolazione di palla dei biancorossi, troppo discontinuo il rendimento offensivo e troppo immarcabile il grande "ex" di turno, JaJuan Johnson, per poter sperare di invertire l'inerzia di una gara che Cantù aveva preso in mano con un ottimo secondo quarto e in cui Pistoia sembrava non riuscire a mettere in fila due cose positive.

Poi tre triple di Moore, nel momento forse peggiore per la The Flexx (53-66 al 34'), hanno improvvisamente riaccesso le speranze e ridato fiato (e fiducia) a un PalaCarrara che stava fatalmente raffreddandosi: la partita ha svoltato, Pistoia ha cambiato faccia e atteggiamento (offensivamente, ma anche a livello di intensità difensiva) e negli ultimi tre minuti è successo di tutto. Cantù (dopo la tripla di Roberts per il -1) è tornata avanti di sei lunghezze (2/2 ai liberi di Darden e 71-77), ma i biancorossi hanno trovato prima ancora Roberts (splendido alley-oop), poi la tripla dell'immenso Boothe e infine Petteway per impattare a quota 78. Dowdell ha realizzato il lay-up del +2 a undici secondi dalla fine, con Boothe perfetto a impattare a quota 80 a tre secondi e mezzo dalla sirena. Sull'ultima rimessa, gli ospiti hanno pasticciato, commettendo infrazione di cinque secondi e così la The Flexx ha addirittura avuto in mano la palla del successo (tripla sul ferro di Petteway). 

L'overtime ha continuato a regalare emozioni, con la tripla di Petteway prima e quella di Roberts poi a spezzare l'equilibrio (91-87). Il fallo in attacco fischiato a Callahan sul ritrovato Roberts ha poi di fatto chiuso la partita, con il canestro in contropiede di Antonutti a suggellare una vittoria pesantissima per classifica e morale.

I ragazzi di coach Esposito, infatti, dopo essere apparsi sull'orlo del baratro, hanno saputo trovare energie (soprattutto mentali) inaspettate e questo aspetto non può che costituire un buon viatico in vista della prossima gara, quando, a Pesaro martedì 27, la The Flexx sarà chiamata a provare a sbloccarsi finalmente anche in trasferta. Ci sarà comunque il tempo per pensare alla trasferta in riva all'Adriatico: per il momento Pistoia si gode la quinta vittoria (su sei) in casa, a chiudere una settimana tesa e difficile, soprattutto fuori dal campo.