Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

La Grissin Bon fa la voce grossa: al PalaBigi i padroni di casa si impongono 94-71

Pubblicato in Prima Squadra - Domenica 20 Marzo 2016

I biancorossi partono bene, ma la forza dei locali emerge subito fin dal primo quarto

Indubbiamente la trasferta a Reggio era una delle più proibitive per la squadra di coach Esposito, ma nonostante la difficoltà della prova, i ragazzi della Giorgio Tesi Group possono comunque lasciare il campo della formazione vicecampione d’Italia senza avere troppo da rimproverarsi.

Fin da subito i biancorossi hanno avuto un buon approccio al match: Kirk  ha inaugurato l’incontro con due su due ai liberi ma pronta è stata la risposta dei reggiani che si sono portati subito in parità con un canestro di Kaukenas. Dopo i primi minuti di gioco ben interpretati da Pistoia, grazie anche al break di cinque punti di Blackshear, la squadra di coach Menetti ha iniziato a mettere pressione in difesa e la fisicità, oltre alle indubbie qualità tecniche, dei reggiani hanno consentito ai padroni di casa di prendere il sopravvento. I due falli fischiati con estrema fiscalità a Blackshear hanno poi privato Esposito del giocatore più in palla e così, con un pesantissimo parziale di 18-0, Reggio Emilia è riuscita a mettere le mani sulla partita già alla fine del primo quarto.  

Nel secondo periodo, anche per merito della difesa quasi impenetrabile della squadra di casa, la Giorgio Tesi Group ha continuato a faticare, incontrando evidenti difficoltà soprattutto dall’arco dei 6.75. Pistoia ha comunque cercato di rimanere attaccata al match, ma i tentativi sono stati vani: la Grissin Bon è riuscita a trovare diverse soluzioni di gioco, coinvolgendo offensivamente sia i giocatori interni (Golubovic e Veremeenko su tutti), sia gli  esterni, privando così i ragazzi di coach Esposito di qualsiasi riferimento.

All’inizio del terzo parziale, poi, ecco arrivare la spallata decisiva di Reggio Emilia, capace di raggiungere il massimo vantaggio sul 60-38 al 26’. Nonostante le due triple consecutive di capitan Filloy e i tiri liberi di Antonutti (che hanno comunque permesso ai biancorossi di firmare l’immediato break di 8-0), la forza e la lucidità della squadra di Max Menetti ha riportato il match saldamente in mano emiliana, con il punteggio fissato allo scadere del trentesimo sul 66-48.

Nell’ultimo quarto Pistoia ha poi tenuto con dignità, di fronte a una Grissin Bon per niente sazia e anzi capace di allungare ancora, grazie anche a un Aradori MVP di giornata (e non solo per i 29 punti realizzati).

La Giorgio Tesi Group si lecca così le ferite e torna a Pistoia con i 23 punti di passivo, ma con la consapevolezza di aver comunque avuto un buon approccio al cospetto di una delle squadre più forti del campionato. Sabato, al PalaCarrara arriverà una Torino disperatamente alla ricerca di punti per provare a centrare una miracolosa salvezza: il sogno playoff di Filloy e compagni passa dal parquet di via Fermi…