Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

Mian: "Non esistono le partite impossibili. Ad Avellino proveremo a metter loro i bastoni fra le ruote".

Pubblicato in Prima Squadra - Mercoledì 7 Febbraio 2018

Il numero 9 biancorosso, fra i migliori nella gara contro Cremona, parla del momento della squadra: "La vittoria ci serviva, lavorare al completo aiuta a migliorare e a trovare le gerarchie".

E' Fabio Mian, uno dei tanti ex della vittoriosa sfida di domenica scorsa contro Cremona, a parlare, nella consueta conferenza stampa settimanale, del momento della squadra: "Indubbiamente la vittoria ci serviva e siamo tutti molto contenti che sia arrivata -afferma il giocatore friulano- dal momento che venivamo dalla sconfitta di Brindisi e da parte di tutti c'era grande voglia di riscatto. Credo che da come la squadra ha approcciato la partita, si siano capite le nostre intenzioni e si sia visto quanto il gruppo teneva alla vittoria: non sarà sempre facile iniziare con un 15-0 dopo quattro minuti, ma questo è senza'altro l'atteggiamento giusto".

Il poter lavorare con il gruppo praticamente al completo, indubbiamente, aiuta: "Questo aspetto ci è sempre un po' mancato quest'anno -concorda Mian- e adesso stiamo vedendo i primi benefici del potersi allenare durante la settimana senza troppi problemi. Parlo ovviamente del lavoro tattico, ma anche delle gerarchie che, finché non si è al completo, diventa difficile riuscire a creare. Onestamente non sono mai stato pessimista sulla nostra stagione, ma, vista anche la mia esperienza dell'anno scorso, posso dire che è meglio avere un po' di sana preoccupazione prima, che essere disperati dopo. In questo momento, con due vittorie nelle ultime tre partite, abbiamo risistemato un po' la nostra classifica: adesso ci aspetta una partita che sulla carta è molto dura come la trasferta di Avellino, poi però potremo sfruttare al meglio le due settimane di sosta per preparare nel modo giusto la sfida interna con Varese".

A proposito di Avellino, il prossimo impegno della The Flexx sembra la classica partita impossibile: "Le partite impossibili non esistono -sentenzia Mian- ma indubbiamente andiamo ad affrontare una squadra di grandissima qualità, che sta anche vivendo un momento particolarmente positivo. Siamo consapevoli del loro valore, ma sappiamo anche che possiamo andare là e provare quantomeno a mettere i bastoni fra le ruote di un meccanismo che spesso funziona alla perfezione o quasi. Sarà importante pensare a fare la nostra partita, senza fasciarci la testa pensando a chi ci troviamo di fronte".

Il pubblico, soprattutto nelle partite in casa, potrebbe dare la spinta decisiva verso la salvezza: "Abbiamo la fortuna di essere abituati bene qua a Pistoia -sorride il numero 9 biancorosso- perché il pubblico è veramente sempre un fattore importante. Giocare in un palazzetto come il nostro sicuramente aiuta, ed è stato così anche con Cremona. Devo dire, poi, che i nostri tifosi sono anche stati molto maturi e dotati di buon senso di fronte a certe partite storte o a certe prestazioni sotto tono: non è facile mantenere il giusto equilibrio, ma loro sono stati capaci di non farci mai sentire un'eccessiva pressione addosso".