Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

Esposito: "Un'altra grande prova di squadra, ma guai a montarci la testa"

Pubblicato in Prima Squadra - Lunedì 19 Ottobre 2015

Il tecnico biancorosso analizza la gara di Trento: "Ognuno ha fatto la sua parte. Merito ai ragazzi, dopo una settimana un po' complicata: sono due punti pesantissimi in chiave salvezza".

E' ovviamente soddisfatto coach Esposito nel dopo-gara di Trento: il tecnico biancorosso però vola basso. "C'è una grossa felicità e tanto entusiasmo per questa vittoria -esordisce infatti el Diablo- ma siamo consapevoli che la strada è ancora lunga. Voglio rendere però merito ai ragazzi per questa grande vittoria perché venivamo da una settimana un po' complicata e ci siamo trovati subito a dover fronteggiare la situazione falli di Knowles: credo che anche per questi motivi oggi abbiamo portato a casa due punti pesantissimi in chiave salvezza, che ci devono dare tanto entusiasmo ed energia per ricominciare al meglio la settimana che ci porterà alla gara con Avellino".

Il coach non vuole guardare oltre: "Dobbiamo, come ho sempre detto, pensare a una partita alla volta, guardando sempre avanti -spiega Esposito- senza fare voli pindarici. Anche oggi mi è piaciuto l'atteggiamento dei ragazzi, e il fatto che abbiamo offerto un'altra grande prova di squadra: c'è stato il quarto di Kirk, quello di Filloy, quello di Antonutti, quello di Moore, e ognuno ha fatto la sua parte portando il proprio contributo alla vittoria. Anche i giovani, che pure oggi hanno giocato minuti molto importanti".

Guardare tutti dall'alto in classifica non fa perdere il senso della realtà all'ex-allenatore di Caserta: "Siamo ancora alla terza giornata -conclude infatti Esposito- e guardare la classifica ora non ha senso. Noi dobbiamo essere contenti di aver trovato la ricetta giusta: non a livello di risultati, ma a livello di atteggiamento, proprio quello che i ragazzi dimostrano ogni giorno. Sono loro i primi a sapere che ancora mancano ventisette partite da giocare al massimo delle nostre possibilità".