Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

Esposito: "Vorrei che le emozioni di stasera restassero dentro a questi ragazzi"

Pubblicato in Prima Squadra - Domenica 25 Marzo 2018

Il tecnico analizza il bellissimo successo contro Venezia: "Sono contento per la squadra: abbiamo capito che in ogni momento della partita la cosa giusta da fare non è una semplice questione individuale".

E' ovviamente molto soddisfatto coach Esposito a fine gara: "Abbiamo avuto l'atteggiamento giusto fin dal primo minuto ed era la cosa più importante oggi, sia per me, ma credo anche per i tifosi. Sapevamo benissimo che c'era il rischio concreto di perdere questa partita, nonostante un grande inizio da parte nostra. Siamo però stati bravi perché -spiega il coach- quando loro hanno alzato il livello, anche come aggressività, per provare a rientrare, la squadra è rimasta in campo, ha continuato a giocare e a fare l'impossibile in difesa. Cito il dato dei rimbalzi, voce in cui abbiamo dominato, soprattutto con i piccoli, perché questo vuol dire che tutti i giocatori hanno capito che in ogni momento della partita la cosa giusta da fare non è questione individuale, ma di squadra. Oggi in tante situazioni si è vista una squadra che ha sempre cercato di fare la cosa giusta al momento giusto: a volte abbiamo sbagliato, è chiaro, ma le intenzioni erano sempre le migliori possibili. Con questa intensità e questo desiderio di vincere -prosegue Esposito- si può anche sopperire a un gap tecnico o a qualche assenza importante: i ragazzi volevano tanto poter vincere una partita contro un avversario di altissimo livello e per questo sono felice per loro".

La vittoria contro i campioni d'Italia fa morale e classifica: "Certamente è un successo importante sul piano psicologico, che ci fa capire quanto conti interpretare nella maniera giusta, a livello di squadra, ogni partita. Abbiamo lavorato tanto in settimana per cercarci, per aiutarci, sia in attacco che in difesa, perché è l'unico modo che avevamo per provare a superare i nostri limiti e i nostri difetti. E' chiaro che si tratta di due punti pesanti anche per la classifica, ma non dobbiamo assolutamente sederci -spiega Esposito- perché la salvezza, lo voglio sottolineare, è tutt'altro che matematicamente raggiunta. Penso che con questa mentalità ce la possiamo giocare con chiunque, poi è ovvio che i punti persi per strada non puoi recuperarli, ma sono molto fiducioso per la reazione che la squadra ha avuto dopo la sconfitta con Reggio Emilia. Certo, dobbiamo recuperare qualcuno sia fisicamente che mentalmente, ma questo -afferma il tecnico- è il mio lavoro.".

Esposito si sofferma poi sulle emozioni della serata: "Tutte le vittorie che ho ottenuto qua a Pistoia per me sono belle ed emozionanti, così come le sconfitte mi aiutano a crescere e a diventare più forte come allenatore. E' ovvio che i tifosi, ma è un discorso in generale che riguarda tutta l'Italia, tendono a dimenticarsi in fretta le cose positive del passato per concentrarsi magari sulle cose che non vanno nel presente, ma ormai ci sono abituato. Vorrei che le emozioni di stasera rimanessero dentro, più che a me, ai ragazzi, che avranno due giorni per godersi questo successo. Spero che riusciranno, in queste ultime sette partite, a lasciare qualcosa a questa gente che insieme a noi ha sofferto per sei mesi".