Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

Mesicek: "Questo club e questa piazza non meritano la retrocessione"

Pubblicato in Prima Squadra - Giovedì 7 Febbraio 2019

Il giocatore sloveno si presenta: "Sono qua per aiutare i miei compagni: ognuno di noi vuole dare tutto per restare in serie A".

E' il giorno della presentazione alla stampa di Blaz Mesicek: il giocatore sloveno, arrivato alla corte di coach Ramagli in sostituzione di Dominique Johnson, ha destato ottime impressioni nella sfida con Milano (poi assegnata a tavolino all'OriOra), almeno finché le energie non lo hanno progressivamente abbandonato: "Non giocavo una partita vera da oltre un mese -ha affermato il 21enne di Lubiana- e anche se mi sono sempre allenato, un match è un'altra cosa". 

Il momento di Pistoia non è semplice, ma Mesicek ha le idee chiare: "Questa città ha una lunga storia cestistica alle spalle e questo club e questa gente non meritano di retrocedere. Ognuno di noi vuole dare tutto per restare in serie A, allenarsi duramente e giocare ogni gara come fosse l'ultima: parlo spesso con il coach, sul mio ruolo e su ciò che posso fare per la squadra e ho avuto un ottimo impatto anche con i compagni; insomma sono felice di essere qua. Cerco ovviamente di fare il più possibile per rimettermi in pari e recuperare il gap con il resto della squadra: arrivo prima agli allenamenti, mi trattengo di più alla fine, perché voglio essere davvero d'aiuto per tutti quanti".

Contro Milano, la sua prestazione è piaciuta anche per le scelte: "Non ho grandi doti fisiche -sorride Mesicek- ma provo a fare sempre la cosa giusta al momento giusto. Mi ritengo un giocatore intelligente: cerco di pensare e usare la testa, valutare e capire quando tirare, passare, penetrare ed è quello che penso di aver fatto anche con Milano".

Domenica, prima trasferta proprio in casa della sua ex squadra italiana: "A Brindisi ci sarà un gran pubblico -afferma il numero 21 biancorosso- e un palazzetto caldissimo, perché stanno facendo una grande stagione. Ma sul parquet saremo 5 contro 5 e dovremo concentrarci solo su noi stessi".

Non potevano mancare, ovviamente, le parole della società: "Una volta messi al corrente della scelta di Dominique Johnson -ha spiegato il responsabile dell'area tecnica Giulio Iozzelli- ci siamo subito adoperati per reperire un giocatore in grado di darci una mano nella rincorsa alla salvezza. Alcune trattative non hanno avuto esito e così ci siamo mossi su Blaz che, pur essendo un giocatore con caratteristiche fisiche e tecniche diverse da Dominique, è un ragazzo giovane, ma con alle spalle già importanti esperienze sia in Europa che in Italia e che, dopo un inizio di stagione non straordinario, ha anche grande voglia di riscatto. Vedremo se saprà dimostrarsi il giocatore giusto in termini di equilibri di squadra: se così fosse non sarà un problema prolungare l'accordo in vigore intanto per un mese fino al termine del campionato".