Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

Esposito: "Arrabbiati dopo la sconfitta con Cantù. Vogliamo vincere, ma guai a sottovalutare Pesaro

Pubblicato in Prima Squadra - Sabato 22 Aprile 2017

Consueta conferenza stampa pre-partita di coach Esposito, che in vista della partita di domani con Pesaro esordisce parlando dallo stato d'animo suo e della squadra: "Sento dire in giro -sorride il tecnico biancorosso- che questa partita va giocata come una finale, come fosse la gara della vita o quella che assegna l'Eurolega: personalmente l'unica cosa che mi sento di dire da questo punto di vista è che noi vogliamo vincere come sempre, a maggior ragione perché arriviamo da una sconfitta in casa di Cantù che ci brucia ancora e perché a tre giornate dalla fine sappiamo che tutto è nelle nostre mani. Ho visto in settimana i ragazzi con quel pizzico di rabbia in più che ti lascia sempre dentro una sconfitta, a maggior ragione se arrivata sulla sirena e quindi sono convinto che faremo una partita di grande volontà per cercare di provare a centrare un traguardo che per noi sarebbe pazzesco".

Pesaro ha cambiato molto rispetto alla prima parte di stagione e oggi è una squadra piuttosto diversa da quella che perse contro la The Flexx all'Adriatic Arena: "L'ingaggio di giocatori come Clarke e Hazell ha sicuramente tolto peso e responsabilità dalle spalle di Thornton e Jones -spiega Esposito- e questo fa sì che la Pesaro di oggi sia una squadra che forse corre un po' meno, ma sicuramente è più bilanciata, gestisce meglio il ritmo e ha trovato maggior pericolosità nel tiro da fuori. Non dobbiamo guardare la classifica e pensare che sarà una partita semplice: sicuramente dovremo cercare di sfruttare il fattore casalingo,ma non dimentichiamoci che Pesaro arriva da due vittorie consecutive e nelle ultime cinque giornate ha migliorato sensibilmente tutte le proprie voci statistiche".

Il piano-partita che la squadra dovrà seguire è chiaro: "Difesa forte e intensa per tutti i 40 minuti -afferma Esposito- e cercare di non concedere quelle seconde o terze opportunità che contro Cantù ci hanno fatto malissimo. Dovremo essere molto concentrati e non compiere l'errore di sottovalutare i nostri avversari: inseguono un obiettivo vitale come la salvezza e a questo punto della stagione ogni vittoria o sconfitta vale doppio".