Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

Va alla Reyer il primo match della serie playoff: la The Flexx lotta ma cede 84-71

Pubblicato in Prima Squadra - Sabato 13 Maggio 2017

Prova generosa ma non brillante dei biancorossi che tengono fino a metà gara, poi devono alzare bandiera bianca di fronte al talento dei lagunari e a qualche ingenuità di troppo

Va alla Reyer Venezia il primo round della serie playoff contro la The Flexx. Gli oro-granata di coach De Raffaele si sono imposti di fronte al pubblico amico con il punteggio di 84-71, al termine di una gara in cui Pistoia ha faticato, soprattutto a livello difensivo, e che, offensivamente, ha risentito di percentuali al tiro piuttosto modeste.

Tante palle perse che si sono tradotte in canestri facili per la compagine veneziana e troppe seconde opportunità concesse: questi aspetti, uniti al talento e alla profondità del roster a disposizione di Walter De Raffaele sono costati cari a una The Flexx che in attacco ha disputato una prestazione discontinua e che, in generale, non ha mai dato l'impressione di poter capovolgere l'inerzia della partita.

La prova dei biancorossi è stata comunque generosa: i ragazzi di coach Esposito, almeno fino alla metà del secondo quarto, hanno addirittura creato seri problemi a una Reyer che ha trovato in Haynes e Bramos le sua bocche da fuoco e che è stata comunque brava a punire le ingenuità e i peccati di inesperienza della The Flexx. Nel finale di periodo, tuttavia, qualche leggerezza di troppo da parte dei biancorossi ha permesso ai padroni di casa di arrivare all'intervallo lungo sul massimo vantaggio (39-30) e di rientrare in campo dopo il riposo di metà gara con il morale giusto per piazzare la zampata da cui Pistoia non è poi più riuscita a riprendersi.

Petteway ha provato a caricarsi sulle spalle la squadra nel terzo periodo, quando Pistoia ha cercato di forzare di più in attacco. I biancorossi si sono però fatalmente esposti in difesa, concedendo 24 punti in 10 minuti a una Venezia che ha saputo trarre grande giovamente anche dalla propria serata particolarmente incisiva (11/21) dal perimetro. La The Flexx, che ha avuto comunque il merito di non uscire mai dalla partita, è rientrata fino a -6 (63-57) all'inizio del quarto periodo, poi, dopo i due falli consecutivi di Boothe, Venezia è tornata a +10 (67-57) e da quel momento non ha più permesso a una Pistoia divenuta anche meno lucida in attacco (alla fine saranno appena 26 su 63 i canestri dal campo per i biancorossi) di riavvicinarsi.

Nemmeno il tempo di leccarsi le ferite, tuttavia, che i ragazzi di coach Esposito avranno subito l'occasione di rifarsi: lunedì sera, infatti, è in programma gara-2, prima che la serie si sposti, mercoledì, al PalaCarrara.