Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

Jenkins: "Non vedevo l'ora di tornare in Italia"

Pubblicato in Prima Squadra - Mercoledì 22 Marzo 2017

Il neo-acquisto biancorosso si presenta alla stampa: "Ci sono ancora sette giornate e può succedere di tutto".

E' stato presentato questo pomeriggio, nel corso di un'affollata conferenza stampa, l'ultimo arrivato in casa biancorosso. Desideroso di mettersi a disposizione dei compagni, fiducioso sull'esito del finale di stagione, contento di tornare a calcare i parquet della Serie A: così Michael Jenkins è apparso nella sua prima uscita ufficiale da giocatore della The Flexx.

"Sono felice di essere di nuovo in Italia -ha esordito l'ex-giocatore di Brescia e Cantù- perché devo dire che la Serie A mi mancava. In Grecia ci sono stati purtroppo dei problemi di cui si sta occupando il mio agente, e francamente, fra la possibilità di tornare a casa aspettando la prossima stagione e invece continuare a giocare, beh non ho avuto dubbi". 

Del campionato italiano conosce già molto e di sicuro sa bene chi si troverà di fronte domenica, giorno del suo esordio con la casacca biancorossa: "Sicuramente il fatto di conoscere già questo campionato mi ha agevolato nell'accettare la proposta di Pistoia -ha spiega Jenkins- ma è stata anche la ferma volontà della società di portarmi qua a convincermi. Esordire contro Milano non mi fa paura, anche perché pure in Grecia ho affrontato squadre di altissimo livello. Ci sono poi ancora sette giornate alla fine del campionato e degli obiettivi da provare a raggiungere e quindi non vedo l'ora di mettermi a disposizione del coach e dei compagni".

A proposito di obiettivi da raggiungere, il pensiero di Jenkins è sembrato chiaro: "Tutto dipenderà da noi: in sette partite può succedere di tutto! Dipende da quante gare riusciremo a vincere: ci sono tanti punti in palio, e quindi nessun traguardo in questo momento è precluso".

Non poteva mancare, ovviamente, una considerazione sulle sue condizioni fisiche in vista dell'esordio: "Sto bene, anche perché a Salonicco mi sono allenato regolarmente fino a dieci giorni fa. E' la prima volta in carriera che mi capita di arrivare a stagione iniziata -ha affermato il neo-giocatore biancorosso- ed è una nuova esperienza. Certamente mi servierà un po' di tempo per inserirmi al meglio nei giochi del coach, anche perché vengo da un campionato diverso e da una squadra diversa, ma posso assicurare di essere un tipo bravo ad adattarmi".

Chiusura sul pubblico di Pistoia, che ha conosciuto da avversario in occasione della finale playoff persa dalla sua Brescia: "Ricordo un palazzetto che non stava mai in silenzio! Ho giocato spesso in ambienti caldi -sorride Jenkins- ma il ricordo di quella serie rimane veramente indelebile".