Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

Esposito: "Senza le giuste motivazioni a Milano diventa dura pensare di non essere travolti. Obiettivo restare attaccati al match"

Pubblicato in Prima Squadra - Sabato 5 Maggio 2018

Al Forum i biancorossi si presenteranno anche senza Magro, infortunatosi ieri in allenamento: "Spiace per il giocatore -afferma Esposito- ma ci siamo ormai abituati".

Piove sul bagnato in casa Pistoia Basket: nel corso dell'allenamento di ieri si è infatti infortunato al polpaccio anche Daniele Magro, la cui stagione si conclude qui. A Milano, dunque, coach Esposito dovrà rinunciare, oltre a Diawara, anche al lungo padovano. Rotazioni ridotte al minimo, dunque, per la The Flexx, che al Forum proverà comunque a giocare la sua partita.

"E' un periodo della stagione in cui l'aspetto motivazionale è essenziale -ha spiegato Vincenzo Esposito nella consueta conferenza stampa del sabato- e ultimamente su questo aspetto non sempre siamo stati brillanti: ci accendiamo e ci spengiamo a itermittenza e ciò ci costringe spesso a dover inseguire avversari che in questo momento, a differenza nostra, lottano ancora per qualcosa di importante. Ecco perché nelle ultime gare abbiamo purtroppo spesso faticato".

Con la sfida di Assago alle porte, non è facile essere ottimisti, ma il coach ci prova: "Milano rappresenta un avversario difficilissimo per chiunque -spiega Esposito- ma senza le giuste motivazioni da parte nostra diventa ancora più dura pensare di non essere travolti. Sono una squadra di talento, esperienza, taglia fisica, che ha a disposizione tredici giocatori che sarebbero nel quintetto di qualsiasi altra squadra del campionato italiano: senza più l'Eurolega, poi, la loro attenzione è tutta sulla conquista dello scudetto e quindi noi dovremo provare a rimanere attaccati con le unghie e con i denti a questa partita, provando a rallentarli, incastrarli in qualche situazione tattica e sfruttare le occasioni che riusciremo a costruirci".

L'infortunio di Magro è l'ennesima tegola della stagione: "Verrebbe quasi da dire menomale che abbiamo 18 punti e siamo salvi -sorride Esposito- ma al di là delle battute spiace soprattutto per un ragazzo che ha sempre dimostrato grande attaccamento e professionalità. Sinceramente purtroppo in questa stagione ci siamo abituati a tutto e quindi dover andare a Milano senza Diawara e Magro non è un qualcosa che ci spaventa: non lo abbiamo mai fatto e non dobbiamo piangerci addosso adesso che mancano cinque giorni alla fine della stagione"...

Esposito chiude poi sul futuro: "Sassari? In molti danno per scontato che io a fine stagione lasci Pistoia -spiega il coach- ma la realtà è che io ho un altro anno di contratto e qui sto bene. Ovviamente ci sono tante cose da valutare e per cominciare a fare le necessarie valutazioni la prima cosa è parlare con la società e capire quali sono i programmi: non è una questione economica o di obiettivi particolari, si tratta di capire cosa si vuole fare e con chi. Quando avrò parlato con la dirigenza e avrò capito la loro volontà, trarrò le conclusioni. Di certo, al momento, c'è che io ho un contratto con Pistoia anche per la prossima stagione e quindi sono tranquillo".