Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

The Flexx, torna il sorriso: vittoria schiacciante con Capo d'Orlando

Pubblicato in Prima Squadra - Domenica 21 Gennaio 2018

I biancorossi si impongono 91-69, grazie a una grande prestazione del terzetto italiano Gaspardo-Laquintana-Magro e rispondono ai successi di Reggio Emilia, Brindisi e Varese.

Nella partita più importante della stagione la The Flexx torna alla vittoria. I biancorossi hanno dominato in lungo e in largo (91-69) la sfida con Capo d'Orlando, rispondendo agli squilli di giornata di Reggio Emilia, Brindisi e Varese e lasciando lo scomodo ultimo posto in classifica. Il 2-0 negli scontri diretti contro i siciliani mette poi la formazione di coach Esposito in una situazione sicuramente più rassicurante, anche se, ovviamente, la strada verso la salvezza rimane ancora lunga.

Vittoria doveva essere e vittoria è stata, ma oltre ai due punti, Moore e compagni ritrovano quella prestazione che, soprattutto in casa, non sempre era arrivata. Orfano di Bond, e con Ivanov in campo per appena dieci minuti a causa dei falli, il pubblico del PalaCarrara ha applaudito le giocate di Gaspardo-Laquintana e Magro, autentici (e indiscussi) protagonisti della serata. E così, per una volta, non c'è stato bisogno di un Moore mattatore, anche se il playmaker di Philadelphia ha sfornato qualcosa come 10 assist, alcuni dei quali di pregevole fattura. L'intelligente gestione del ritmo da parte dei biancorossi è stata sicuramente una delle chiavi di volta della partita, al pari dell'ottima applicazione difensiva di tutto il collettivo biancorosso, che, dal buon lavoro nella propria metà campo, ha saputo poi trarre grande fiducia in attacco. Capo d'Orlando, nonostante un avvio positivo (5-11 dopo 3'30"), non è mai parsa in grado di costituire una minaccia, nemmeno quando Pistoia, in apertura di terzo quarto, ha perso Ivanov per cinque falli (con tanto di tecnico per proteste). Troppo è apparso il divario sul parquet, anche perché la The Flexx si è mossa bene anche con quintetti decisamente "arrangiati", di fronte a una Betaland, a un certo punto, piuttosto sfiduciata: nemmeno il parziale rientro (triple di Maynor e Ikovlev) a cavallo fra il 22' e il 25' da parte dei siciliani ha scalfito le sicurezze di una Pistoia che, in un momento potenzialmente delicato, è stata capace di piazzare un break di 15-4 che, al 29', ha di fatto chiuso in cassaforte i due punti.

La squadra tornerà ad allenarsi nella giornata di martedì: all'orizzonte c'è un'altra delicatissima sfida, stavolta contro l'Happy Casa Brindisi. Tornare con un risultato positivo anche dal PalaPentassuglia potrebbe rappresentare la tanto attesa svolta della stagione...