Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

Auda: "La vittoria con Brescia ci ha dato grande energia"

Pubblicato in Prima Squadra - Giovedì 13 Dicembre 2018

Il giocatore ceco analizza il momento della OriOra: "C'è stato bisogno di tempo, ma la nostra sintonia in campo migliora giorno dopo giorno. Importante l'arrivo di Gladness: da quattro mi trovo molto più a mio agio".

E' Patrik Auda, nella consueta conferenza stampa di metà settimana, a fare il punto in casa OriOra dopo le tre vittorie consecutive che hanno rilanciato i biancorossi: "Abbiamo avuto bisogno di tempo per trovare il giusto ritmo e il feeling -spiega il giocatore ceco- in particolare per quanto mi riguarda: sono arrivato tardi, a preparazione già iniziata, quindi il precampionato non è stato molto indicativo. Un altro fattore che ha inciso è sicuramente stato il calendario: abbiamo giocato le prime partite con dei top team, che adesso sono in vetta della classifica e indubbiamente ci sono stati momenti difficili. La cosa positiva è che abbiamo sempre imparato qualcosa dalle sconfitte, ma certo quando continui a vedere zero punti in classifica non è facile. Dovevamo trovare un modo per rialzarci e credo che, da Sassari in poi, lo abbiamo fatto bene".

Coach Ramagli nel dopo-gara di domenica ha detto che la squadra aveva bisogno di una vittoria costruita in difesa come quella con Brescia: "Le tre vittorie sono state molto diverse tra loro -commenta Auda- e sicuramente quella di domenica ci ha dato un'enorme energia. Anche se capitata in un buon momento, la pausa ci è servita molto, perché ci ha dato l'opportunità di allenarci di più. L'inserimento di Gladness è stato un'altra spinta: ci ha permesso di aumentare le rotazioni e di aggiungere stazza sotto canestro. Adesso dobbiamo pensare a vincere più partite possibile: si impara dalle sconfitte, come detto, ma ovviamente anche dalle vittorie".

Sul piano personale, quella con Brescia è stata la miglior partita di Auda: "Sì -concorda il numero 9 biancorosso- domenica è stata la mia miglior gara: fin da quando sono arrivato al palazzetto mi sentivo bene, sopratutto fisicamente. E quando ti senti bene fisicamente, sai già che andrà bene. Il livello del campionato italiano è molto alto, credo che sia uno dei migliori a livello europeo. Di sicuro è una sfida che sto affrontando nella mia carriera cestistica. Credo che il mio miglioramento sia anche in parte dovuto all'aver potuto giocare nel mio ruolo preferito, il quattro. Prima dovevo giocare anche da cinque, che è un ruolo in cui non mi sento propriamente a mio agio. Mi ero trovato in difficoltà a fronteggiare tanti avversari -ammette Auda- e anche il coach lo ha visto. Sono contento di poter giocare da quattro adesso, grazie all'inserimento di Gladness. Stiamo lavorando tutti insieme e ci troviamo bene. Anche se siamo a dicembre, dal punto di vista del campionato siamo ancora all'inizio: il bello dovrà ancora venire, ci stiamo imparando a conoscere sempre di più e la nostra sintonia in campo migliora giorno dopo giorno".

Adesso il calendario pone davanti a Pistoia la seconda gara consecutiva al PalaCarrara. Contro la Virtus servirà un'altra grande prova da parte dei biancorossi: "Loro vengono da due sconfitte consecutive, quindi -spiega Auda- forse mentalmente non saranno al massimo. Noi, al contrario, veniamo da tre vittorie e abbiamo dalla nostra il giocare in casa. I tifosi ci daranno sicuramente una mano come hanno sempre fatto, noi dobbiamo preparare al meglio la partita e trarre energia dagli ultimi risultati. Se facciamo tutto quello che abbiamo fatto finora, di sicuro sarà una bella partita".

(Foto Ciamillo/Castoria - Lega Basket)