Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

Laquintana: "A Pesaro senza pressioni, vogliamo continuare a far bene"

Pubblicato in Prima Squadra - Mercoledì 4 Aprile 2018

Il playmaker biancorosso parla del momento della squadra: "Stiamo bene, soprattutto a livello psicologico: personalmente è il mio miglior momento da quando gioco in serie A".

E' Tommaso Laquintana, fra i più positivi anche nella vittoriosa trasferta di Torino, a parlare del momento della squadra. Il playmaker biancorosso, nella consueta conferenza stampa di metà settimana, analizza così le ultime settimane della The Flexx: "Siamo in un momento di grande fiducia -afferma il giocatore pugliese- e questo si nota. Battere Venezia e Torino non è casuale: certo il fatto di aver trovato un assetto aiuta, ma indubbiamente conta tanto anche l'aspetto mentale, ad esempio quando si parla dell'approccio alla partita. Adesso l'obiettivo deve essere quello di proseguire su questa strada: i playoff sono obiettivamente lontani e la salvezza è quasi matematicamente acquisita, ma non vogliamo mollare! Il nostro obiettivo -prosegue Laquintana- deve essere quello di continuare ad allenarci bene, fare quello che ci viene chiesto dallo staff e vincere più partite possibili da qui alla fine. C'è da onorare sia la maglia, che il campionato, visto che, a iniziare da domenica, chi andremo ad affrontare lotta per un obiettivo importante, che sia la salvezza o la qualificazione ai playoff". 

La partita del PalaRuffini ha dimostrato che la The Flexx è pronta anche per vincere in trasferta, cosa quest'anno accaduta solo al debutto in campionato a Capo d'Orlando: "Ci siamo sbloccati -spiega Laquintana- ed è forse la cosa di cui avevamo bisogno. Sia la vittoria con Venezia che quella con Torino sono frutto di una crescita anche mentale del gruppo: adesso andiamo a Pesaro sapendo che la pressione sarà tutta sulle loro spalle. Noi saremo tranquilli e giocheremo senza pensieri e sono certo che questo ci potrà aiutare".

Laquintana scende poi sul piano personale: "Credo che questo sia il momento migliore della mia carriera, almeno da quando gioco in serie A. Mi sento bene, libero di testa e mi piace mettermi a disposizione dei miei compagni e sentire la loro fiducia. E' stata una stagione strana, in cui ho vissuto momenti difficili, soprattutto quando mi sono infortunato: c'erano anche voci circa una mia possibile partenza -afferma il numero 8 biancorosso- ma io ho sempre voluto rimanere qua perché non volevo lasciare la squadra in una situazione di classifica complicata come quella in cui eravamo a gennaio".

Chiusura su un aspetto di natura tattica: "Giocare a fianco di un compagno come Moore mi piace molto. E' un assetto che il coach ha provato spesso ultimamente e devo dire che mi trovo bene. Siamo due giocatori a cui piace giocare ad alti ritmi, poi chi dei due sia chiamato a portare la palla -conclude Laquintana- non fa grande differenza".