Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

La Giorgio Tesi Group scaccia i fantasmi: la Virtus si arrende al PalaCarrara

Pubblicato in Prima Squadra - Domenica 10 Aprile 2016

Dopo quattro sconfitte consecutive, i ragazzi di coach Esposito tornano al successo casalingo piegando Bologna: gara decisa nei due quarti centrali, in cui Pistoia segna 51 punti

Il ritorno al successo ha il sapore, dolcissimo, della liberazione. Dopo quattro sconfitte consecutive e un digiuno interno lungo due mesi e mezzo, la Giorgio Tesi Group centra i due punti nella partita probabilmente più importante dell'anno. Mancare ancora l'appuntamento con la vittoria, infatti, avrebbe avuto il peso di un macigno legato al collo per Filloy e compagni, i quali, invece, hanno tirato fuori una partita di grande personalità e spessore, imponendosi con pieno merito di fronte a una Virtus arrabbiata, assetata di punti per tirarsi fuori dalla lotta per evitare la retrocessione.

E' stata una gara, come nelle previsioni, durissima: Bologna è partita forte, giocando il suo basket aggressivo e concreto, mentre Pistoia ha iniziato faticando, troppo, in difesa (16 i punti concessi dai biancorossi dopo appena cinque minuti). Dopo lo show da undici punti in trecentosessanta secondi di Pittman, vero dominatore del pitturato, a svegliare la Giorgio Tesi Group sono stati i canestri di Knowles (20 punti per lui alla fine della serata) e le due triple nel finale di prima frazione di Kirk e Filloy. Canestri dal peso specifico a dir poco elevato, che hanno avuto il doppio merito di dimezzare lo strappo di dieci punti accumulato dai biancorossi (13-23 al settimo) e di far girare probabilmente subito l'inerzia di una partita che, va detto, non pareva iniziata sotto i migliori auspici.

Nel secondo quarto, Pistoia ha messo le mani sulla partita, impattando prima a quota 35 (proprio a metà frazione), per dare il primo strappo a cavallo fra sedicesimo e diciassettesimo, con un parziale di 9-0 a firma Blackshear-Filloy che ha annichilito la Virtus. La tripla di Kirk ha permesso addirittura ai biancorossi di chiudere la prima parte di gara avanti di 6 (46-40) e di rientrare negli spogliatoi fra gli applausi scroscianti di un PalaCarrara tornato a essere caldo come da qualche tempo non si vedeva.

E' stato però nel terzo periodo, che la Giorgio Tesi Group ha chiuso, di fatto, la pratica. Eppure, avanti di 10 (53-43) dopo tre minuti, Pistoia si è distratta, permettendo alla Virtus di rientrare fino al -1 (53-52 a metà frazione). A quel punto, però, la replica dei biancorossi è stata di quelle destinate a spaccare qualsiasi partita: 26-5 di break, con Amato e Lombardi sugli scudi, e Bologna, di fatto spazzata via (72-55).

Nell'ultimo quarto, nonostante un inizio faticoso in attacco, Filloy e compagni non hanno, di fatto, mai dato l'impressione di potersi far riprendere da una Virtus imprecisa e in evidente crisi di fiducia. E' vero che gli ospiti sono rientrati fino al -6 (76-70 al trentacinquesimo), ma d'altro canto l'8-1 di parziale con cui i biancorossi si sono ripresentati in campo dopo il provvidenziale minuto di sospensione chiamato da coach Esposito, ha fugato ogni dubbio.

Il finale è stato così una sorta di passerella per la Giorgio Tesi Group, portata in trionfo dai cori del PalaCarrara e chiamata a gran voce sotto la curva per festeggiare una vittoria attesa davvero da tanto, troppo tempo. Adesso, per tutti, due giorni di riposo: la squadra tornerà infatti ad allenarsi mercoledì mattina, per iniziare a preparare il posticipo di lunedì al Taliercio contro la Reyer Venezia.