Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

La società annuncia il passaggio al 6+6. Capecchi: "Un grande sforzo per il quale devo ringraziare soci e sponsor"

Pubblicato in Prima Squadra - Mercoledì 14 Novembre 2018

Si è conclusa da pochi istanti la conferenza stampa di Massimo Capecchi e Giulio Iozzelli, nel corso della quale presidente e responsabile dell'area tecnica hanno illustrato il cambio di formula, con il passaggio dal 5+5 al 6+6.

"Ringrazio il consiglio, i soci vecchi e nuovi e i nostri sponsor per essere stati sensibili a questo momento. Sono stati giorni di confronti, telefonate, incontri -ha spiegato Capecchi- e alla fine abbiamo deciso di intervenire nella maniera che ci sembrava la migliore per provare, come sempre abbiamo detto di voler fare, a difendere la serie A. La scelta di allungare le nostre rotazioni, passando dal 5+5 al 6+6, inserendo un giocatore americano di grande esperienza, dovendo quindi ricorrere a un extra-budget, è stata una scelta figlia di un impegno molto importante, preso con la ferma volontà di provare a buttare il cuore oltre l'ostacolo: lo facciamo per rispetto nei confronti dei nostri soci, degli sponsor, ma anche del pubblico".

A proposito di pubblico, il presidente, prima di cedere la parola, è voluto brevemente tornare su quanto successo nel finale della partita di domenica contro Cremona: "Siamo sportivi e sappiamo come funzionano le cose -ha affermato Capecchi- ma certe scene viste domenica non fanno parte della storia cestistica di questa città. Accettiamo i cori, i fischi e le espressioni di disapprovazione, perché sappiamo che quando le cose vanno male, queste reazioni sono da mettere in preventivo. Ma non va bene trascendere, perché sono cose che non appartengono al pubblico di Pistoia e alla sua tradizione".

A Giulio Iozzelli, è toccato il compito di svelare il nome del giocatore individuato sul mercato: "Si tratta di Mickell Gladness -ha spiegato il responsabile dell'area tecnica- un centro con caratteristiche di grande consistenza difensiva, proprio ciò che in questo momento non abbiamo. E' un giocatore di 32 anni, con alle spalle una lunga esperienza sia in America che in Europa, che ha giocato nel massimo campionato israeliano fino a due settimane fa: per le solite tempistiche legate al visto non sarà a Pistoia prima di martedì o mercoledì della prossima settimana, ma contiamo comunque di averlo a disposizione per la trasferta di Reggio Emilia".

Iozzelli ha escluso, almeno nell'immediato, l'ingaggio di un altro giocatore italiano: "Contrattualizzeremo un atleta del nostro settore giovanile, anche perché in questo momento il mercato degli italiani non offre troppe soluzioni alternative".