Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

Riparte la campagna abbonamenti. Maltinti: "Chi si abbona sia consapevole che ci sarà da lottare duramente tutti insieme"

Pubblicato in Prima Squadra - Lunedì 19 Settembre 2016

Il presidente, insieme al vice Lucchesi e al direttore generale Iozzelli spiega: "Alla mia età non voglio più essere tirato per la giacca dopo una sconfitta"

Riapre oggi, dopo la prima fase conclusasi a luglio, la campagna abbonamenti. Si riparte dalle 1528 tessere staccate "a scatola chiusa", senza cioè conoscere nomi e volti della rinnovata The Flexx che si appresta, fra due settimane esatte, a fare il proprio debutto a Cremona.

Si tratta di un dato record che il presidente Maltinti, assieme al vice Lucchesi e al dg Iozzelli, ha tenuto a sottolineare nella conferenza stampa di questa mattina: "Siamo molto contenti della risposta del pubblico -ha affermato il presidente- e spero che anche la seconda fase della campagna abbonamenti che si apre oggi, ci riservi belle sorprese. Chi si abbona, però, vorrei che lo facesse in maniera consapevole: l'obiettivo è scendere in campo per vincere ogni partita -ha precisato Maltinti- ma sappiamo che sarà difficile confermare gli incredibili risultati dello scorso anno. Chi decide di sottoscrivere l'abbonamento, sappia che ci sarà da lottare duramente tutti insieme e potranno anche esserci momenti complicati: alla mia età non voglio più essere tirato per la giacca da chi, dopo una sconfitta, mi ricorda di essere un abbonato e magari meritare qualcosa di meglio".

A quelle del presidente Maltinti, sono seguite le parole di Ivo Lucchesi: "Rispetto al passato, la nostra situazione è certamente più solida, ma ogni anno le difficoltà per andare avanti non sono poche: essere e poter rimanere in questa categoria -ha affermato il vicepresidente- non dev'essere affato dato per scontato".

"Anche a livello societario -ha poi proseguito il direttore generale, Giulio Iozzelli- ci siamo dati una struttura ben precisa, in modo da poter andare avanti anche se qualche figura definita "chiave" dovesse per qualche motivo non essere più disponibile: è il segnale che come club stiamo acquistando una fisionomia da serie A, ma sappiamo bene chi siamo e da dove veniamo. La nostra storia, fin dai tempi della LegaDue, è chiara e diventa anche stucchevole doverla sempre ripetere, ma è giusto e onesto che si sappia che siamo una realtà che deve lottare duramente per potersi continuare a permettere la serie A. I grandi risultati ottenuti, le presenze record al palazzetto, la bravura dello staff, ha fatto sì che a differenza del passato, negli ultimi anni ci sia stato un interesse sempre crescente intorno al Pistoia Basket -ha proseguito Iozzelli- e il fatto di avere quest'anno un nuovo main sponsor è un segnale tangibile: per questo dico che non vogliamo mettere la mani avanti, ma allo stesso tempo credo che anche il tifoso più accanito si renda conto che pensare di dover per forza ripartire dal sesto posto dello scorso anno sia forse un po' eccessivo".

Iozzelli ha poi parlato anche del campionato ormai alle porte: "Abbiamo un inizio complicato -ha spiegato il direttore generale biancorosso- ma abbiamo fiducia nel nostro lavoro quotidiano. Certo, concordo con il coach quando dice che l'asticella quest'anno in serie A, almeno a livello medio, si è alzata e di molto: tante società, anche dalle notevoli risorse economiche, che l'anno scorso hanno rischiato la retrocessione, quest'anno fin da subito si sono mosse in modo tale da non rischiare ancora".

La conferenza stampa è stata anche l'occasione per annunciare che da ottobre partirà, per la prima volta, la vendita on line dei biglietti per le gare casalinghe: i tagliandi saranno acquistabili fin dall'inizio della settimana della partita.