Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

Il campionato 2018/19 si giocherà regolarmente al PalaCarrara

Pubblicato in Prima Squadra - Mercoledì 18 Luglio 2018

Galanda: "Ottima notizia, frutto di collaborazione e buonsenso, ma sono necessari interventi di adeguamento sulla struttura. Stiamo ragionando su come programmare il discorso relativo all'impiantistica".

Nei giorni scorsi è stata ratificata da parte della Federazione Italiana Pallacanestro l'iscrizione al massimo campionato di tutte le sedici società aventi diritto.

Il Pistoia Basket potrà disputare l'intero torneo al PalaCarrara, alla luce di alcuni interventi eseguiti e di altri già programmati da parte dell'amministrazione comunale, proprietaria dell'impianto, di concerto con la FIP.

"L'ottima notizia -ha commentato il consigliere delegato del club Giacomo Galanda- è che l'opera di mediazione e collaborazione portata avanti nel tempo fra Lega Basket, Federazione e amministrazione comunale ha dato i suoi frutti: siamo pronti a iniziare la nuova stagione al PalaCarrara, senza necessità di spostamento di sede o altre eventualità ancora più drastiche e sono contento che sia stato trovato un accordo frutto del buonsenso da parte di tutte le parti in causa. Detto questo, al momento, l'attenzione si sta concentrando sul fatto di ottimizzare i costi della struttura, sia da parte dell'amministrazione comunale che della società, rendere più efficiente il palasport e programmare il futuro per quanto riguarda l'impiantistica. Siamo a pieno titolo in serie A: ci siamo sul piano sia finanziario che dei risultati sportivi conseguiti, ma siamo comunque una delle tre società che, con gli attuali palasport, nei prossimi due anni certamente non riusciranno a raggiungere quota 5000 posti di capienza. Vero è -ha concluso Galanda- che probabilmente nelle politiche del movimento tale soglia non rappresenterà magari una condizione indispensabile per proseguire l'attività nella massima serie, ma il PalaCarrara necessita indubbiamente di adeguamenti, migliorie, se non addirittura vere e proprie innovazioni ed è solo proseguendo su questa strada di collaborazione che sarà possibile raggiungere la miglior soluzione possibile".