Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

Esposito: "Una vittoria dal peso importantissimo"

Pubblicato in Prima Squadra - Domenica 22 Gennaio 2017

Il tecnico biancorosso riconosce le difficoltà nella vittoria con Cremona, ma si gode i due punti: "Cremona ha preparato bene la partita. Non era assolutamente facile venire a capo della gara".

A fine gara coach Esposito analizza con grande lucidità la vittoria con Cremona: il tecnico biancorosso esulta per i due punti, ma riconosce che la sua Pistoia non è stata brillante: "Come avevo detto in sede di presentazione della partita -esordisce di fronte ai microfoni il coach- sapevamo che ripartire dopo la sosta non sarebbe stato semplice. Abbiamo faticato molto inizialmente e siamo andati in difficoltà come già successo molte volte nella prima parte della stagione. Probabilmente l'esperienza accumulata, ci ha fatto capire che quando non è giornata in attacco, anche per merito degli avversari che avevano preparato bene la partita, dobbiamo ripartire da una difesa aggressiva, che ci permette poi offensivamente di giocare non a difesa schierata, ma in transizione. Nel momento in cui, nel secondo, terzo e quarto periodo, siamo riusciti a difendere bene, abbiamo trovato anche un po' più di serenità in attacco, anche se obiettivamente abbiamo giocato una partita un po' moscia. In settimana -prosegue Esposito- lavoreremo molto per cercare di ritrovare ritmo, intensità e aggressività: tre aspetti che stasera ci sono mancati".

Incalzato sulle difficoltà incontrate a livello offensivo, Esposito spiega: "Abbiamo avuto fretta in alcune scelte: per le nostre caratteristiche ci siamo affidati un po' troppo al tiro da fuori, perché 27 volte da tre è un numero eccessivo e in settimana sicuramente ne parlerò con i ragazzi. Tuttavia -chiarisce il coach- va detto che Cremona ha preparato bene la gara, riempiendo l'area e invitandoci a esagerare nel tiro da oltre l'arco:  non dimentichiamoci che abbiamo affrontato una squadra in un ottimo momento mentale, piena di giocatori esperti e di talento individuale. Per questo credo che la nostra vittoria, anche vista come si era messa la gara, ha un grandissimo valore".

Sulla serata di Petteway, il tecnico ha parole chiare: "E' un giocatore che ormai dovreste conoscere. Se in attacco non trova le sue giocate si ammoscia: ci si lavora sopra, non soltanto tecnicamente ma anche mentalmente, ma ricordiamoci comunque che è un giocatore giovane, alla prima stagione fuori dagli Stati Uniti. E' innegabile in ogni caso -sono le parole del coach- che quando si è acceso lui, tutta la squadra lo ha seguito e l'intensità complessiva si è alzata. E, per chiudere l'argomento, sono stato contento della sua reazione emotiva dopo essersi preso una bella partaccia in panchina nel corso del primo tempo".

Il tecnico biancorosso getta poi uno sguardo anche sulla classifica: "Sono due punti importanti, che ci permettono di acquisire un certo margine sulla zona più calda della graduatoria: è la prima di tre partite che giocheremo in casa nell'arco di un mese, intervallate dalla difficilissima gara di domenica prossima a Brindisi, e sappiamo bene quanto questi trenta giorni siano importanti".